Citroen C4 Picasso & Grand Picasso 2013

Restyling “di sostanza” per la Citroen C4 Picasso. Modifiche estetiche per tornare competitiva e, in più, una versione ibrida che sfrutta la nuova piattaforma Hybrid4

Tante le novità recenti che riguardano la gamma DS, ma è bene ricordare che gran parte degli interessi Citroen non sono raccolti sotto questa sigla, ma piuttosto catalogabili sotto la lettera “C”. Come nel caso della C4 Picasso, leader del segmento mpv per anni (il lancio della prima serie è avvenuto nel 2000), ristilizzata leggermente nel 2010 e (quasi) pronta per tornare sul mercato da protagonista l’anno prossimo; ma solo dopo essersi data una bella rinfrescata…L’obbiettivo della nuova C4 Picasso è piuttosto chiaro: rosicchiare quote di mercato alla Renault Scenic che, nel frattempo, ha preso il largo grazie a motorizzazioni più efficienti e una linea molto meno “vintage”. Il tutto, però, “guardandosi le spalle” dalla cugina Peugeot 5008, avvantaggiata da una presenza anticipata sul mercato europeo.Disponibile nelle due classiche configurazioni (5 posti per la C4 Picasso, 7 per la Grand Picasso), la versione 2013 adotterà nuovi gruppi ottici con tecnologia LED. A cambiare sarà anche il lato B, più verticale e pulito nella linea (con luci annegate nel portellone) e abbinato ad un paraurti sportivo ispirato a quello della C5. Per quanto riguarda le fiancate dovrebbe restare (solo per la versione 5 posti) lo scalino che caratterizza la linea di cintura della versione precedente.Le motorizzazioni, invece, riprenderanno quelle della C4, con i 1.6 benzina realizzati dal gruppo PSA in collaborazione con BMW e la già nota gamma 1.6 e 2 litri diesel; in più, non dovrebbe mancare un’inedita versione ibrida che sfrutterà la nuova piattaforma Hybrid4 (già presente su DS5) che abbina l’unità 2 litri a gasolio a una elettrica che agisce sull’asse posteriore. Il debutto sul mercato, secondo voci non ufficiali, dovrebbe avvenire a marzo 2013 per la versione 5 posti seguita, dopo pochi mesi, da quella a sette.