Citroën C5 X, che coraggio! Ecco com’è vista da vicino e toccata con mano

Si inserisce in un segmento difficilissimo con una ricetta tutta sua e una personalità molto forte

Inconfondibilmente Citroën. La forte personalità della nuova C5 X si era già intuita dalle prime foto diffuse dalla Casa francese qualche settimana fa, ma è solo vedendola dal vivo che si ha piena percezione di quanto coraggio abbiano avuto in Citroën nel deliberarla. Coraggio per lanciarsi in un segmento dominato da Audi A4, BMW Serie 3 e Mercedes Classe C, e in cui tutte le altre sono solo comprimarie. Coraggio per proporre qualcosa che non sia un SUV. E qui sorge la prima domanda: come si può definire la C5 X? Ci sono alcuni aspetti che ricordano le fastback (le berline e “due volumi e mezzo”), altri – l’altezza nello specifico – che richiamano i SUV.

Super moderna, nella tradizione del marchio

Se la C5 X vi piacerà o meno lo giudicherete ovviamente da soli tra qualche settimana, quando verrà commercializzata e inizierà a circolare sulle nostre strade. Di sicuro, la noterete. Eccome se la noterete. Così tanto che le sue forme divideranno nettamente il pubblico: una cosa a cui in Citroën sono abituati da sempre: nella storia l’hanno già dimostrato con DS, BX, CX, XM e C6, per citarne solo cinque fra tante.

Nuova Citroën C5 X, ecco perché è una vera ammiraglia

Dimensioni importanti, niente Diesel

Quanto alle dimensioni, la lunghezza è pari 4,81 metri, la larghezza è di 1,87 m e l’altezza 1,49 m di altezza. Molto ampio il passo (la distanza fra ruote anteriori e posteriori): 2,79 metri di passo. Gli amanti del marchio possono dunque stare tranquilli: c’è tutto lo spazio che basta, e qualcosa in più, per le esigenze di una famiglia, come testimoniano anche i 545 litri di bagagliaio in configurazione 5 posti, che diventano 1.640 (con il fondo che rimane piatto) quando si abbattono gli schienali dei sedili posteriori.

Nuova Citroën C5 X PLUG IN

Capitolo motori: purtroppo non ci sono unità a gasolio: per la tipologia di auto sarebbe stato il motore ideale, ma le leggi ormai lo hanno messo quasi del tutto fuori mercato, nonostante la sua grande efficienza e sostenibilità, con l’Euro 6d. La Citroën C5 X è disponibile dunque solo a benzina o ibrida plug-in. Quest’ultima combina un 1.6 turbo a benzina e un modulo elettrico, per un totale di 225 CV e oltre 50 km in modalità elettrica, con la quale si possono raggiungere i 135 km/h di velocità massima.

Connessa e sicura

In Citroën hanno puntato molto sulla tecnologia degli interni, con un evoluto sistema di infotainment capace di aggiornarsi in tempo reale tramite il Cloud e di interfacciarsi con smartphone Android e iOS mediante il Mirror Screen wireless. Il vero vanto è però rappresntato dall’Extended Head Up Display a colori, che proietta le immagini su una lamina attraverso il parabrezza. Si tratta, a detta della Casa francese, di un primo passo verso la realtà aumentata.

Nuova Citroën C5 X plancia

Di sicuro, già ora è una tecnologia che fornisce tantissime informazioni senza che il guidatore debba togliere lo sguardo dalla strada. Non è da meno il nuovo touchpad HD da 12”, abbinato a quattro prese USB di tipo C e alla ricarica wireless dello smartphone. Sensazioni? Grande luminosità, spazio abbondante in tutte le direzioni e buon livello di qualità, con le irrinunciabili economie di scala di un Gruppo grande come Stellantis: alcuni comandi (quello delle modalità di guida, per esempio) si sono già visti per esempio sulla Opel Mokka. Ultimo ma non meno importante, il capitolo dei sistemi di assistenza alla guida: sulla nuova Citroën C5 X ci sono tutti i dispositivi attualmente consentiti dalla legge (livello 2 di guida assistita). Prezzi ancora da definire.

Comoda come ogni Citroën dev’essere

Se c’è un elemento per cui le Citroën sono rinomate, questo è sicuramente il comfort. In attesa di provarla, la C5 X sembra avere tutte le carte in regola per non smentire le tradizioni. Gli ingegneri hanno infatti sviluppato le sospensioni Advanced Comfort a controllo elettronico con Smorzatori Idraulici Progressivi. In pratica, al posto dei tamponi di fine corsa (che vengono chiamati in causa quando le buche sono particolarmente profonde o i dossi molto alti), ci sono questi smorzatori che attutiscono l’impatto.

Non si tratta di una novità assoluta in Casa Citroën, ha debuttato sulla C5 AirCross, ma per la C5 X tale soluzione è stata ulteriormente affinata. Ciliegina sulla torta, i sedili sono dotati di un’imbottitura ad alta densità e da una spessa schiuma strutturata.