Citroën Skate, la piattaforma elettrica con gomme sferiche by Goodyear

Citroën e Goodyear collaborano a un progetto congiunto per ridefinire il contesto degli spostamenti e moltiplicare così l’offerta in città

Le mutevoli esigenze della mobilità urbana hanno portato molte aziende, appartenenti a settori diversi, a collaborare per creare progetti di utilità comune. È il caso dell’accordo che lega Citroën, Accor e JCDecaux riuniti per dar vita al progetto “The Urban Collëctif”. La medesima visione urbana del futuro condivisa si estrinseca, più concretamente, nella piattaforma elettrica multidirezionale autonoma definita “The Citroën Skate”, che può ospitare alcune capsule (i “Pod”) dedicate a diversi servizi e impieghi. 

Tre servizi di mobilità Citroën e Goodyear_piattaforma elettrica

I Pod progettati nell’ambito di “The Urban Collëctif” illustrano il potenziale dell’approccio open-source, offrendo tre servizi di mobilità innovativi. Eccoli. Sofitel En Voyage (a sinistra nell’immagine) è una confortevole esperienza di mobilità urbana; “Pullman Power Fitness” (a destra nell’immagine) suggerisce un nuovo modo di praticare sport mentre si è in viaggio e, al centro, c’è “JCDecaux City Provider”, un servizio di mobilità urbana on-demand.
Separando la piattaforma elettrica dai servizi di mobilità, questo concept offre la possibilità di massimizzare l’uso della tecnologia della guida autonoma moltiplicando le offerte di servizi. “The Citroën Skate” può infatti spostare tutti i Pod su richiesta, su corsie dedicate, in condizioni di comfort grazie all’esperienza di Citroën in questo settore.

C’è anche Goodyear 

primo piano gomma Goodyear_piattaforma elettrica CitroënGoodyear? Presente. Al coro di partecipanti di cui sopra, si aggiunge Goodyear, che mette a disposizione della piattaforma “The Citroën Skate” i prototipi dello pneumatico sferico Eagle 360, alloggiati all’interno di strutture in alluminio collegate con la piattaforma. Ognuna di queste strutture contiene una serie di piccoli motori elettrici che forniscono propulsione alle sfere. Lo pneumatico si muove in tutte le direzioni, in modo da favorire la mobilità del veicolo, specialmente negli spazi ristretti delle città. Si tratta inoltre di uno pneumatico privo di aria, che quindi non richiede il monitoraggio della pressione e non presenta rischi di foratura. L’aderenza costante, indipendentemente dalla direzione di marcia, è invece garantita dall’impiego di lamelle esagonali.