Cupra – ecco il nuovo marchio premium di Seat

Nasce un nuovo brand. Che mette al primo posto prestazioni, unicità, personalizzazione. Si comincia con la Ateca, al Salone di Ginevra. E, in un futuro prossimo, potrebbero arrivare anche Ibiza e Arona

27 febbraio 2018 - 16:02

Unicità, raffinatezza, prestazioni: con questi tre aggettivi Seat definisce (e lancia in pasto al mercato) il marchio Cupra. Dedicato a tutti coloro che hanno un pistone al posto del cuore ma non trascurano look e dotazioni. La prima nata è la Cupra Ateca. In rampa di lancio c’è già la Cupra TCR, versione da “combattimento” per correre nel Campionato Turismo. Poi, molto probabilmente arriveranno anche Ibiza e Arona al peperoncino.


PASSIONE E CORAGGIO
Già, perché il brand Cupra debutta proprio in un periodo in cui Seat è uno dei Marchi a più rapida crescita in Europa. Nel comunicato diffuso da Martorell, si legge che “il logo Cupra trova ispirazione nello stile di vita dei popoli tribali”. Ma, al contempo, vuole trasmettere “passione, determinazione, precisione e coraggio”. Fra le tante collaborazioni, anche quella con Dainese. Principalmente nelle competizioni: a tal proposito, va detto che il neonato brand Cupra accoglie fra le sue braccia anche l’intera divisione Motorsport e racing.


SUV SÌ, MA SPORTIVA
Sia gli esterni sia l’abitacolo della Cupra Ateca lasciano trapelare qualche indizio sulla destinazione d’uso di questa SUV un po’ speciale. Che deve essere sufficientemente pratica da assolvere ai compiti dell’unica auto di famiglia ma anche divertire i papà dal piede pesante quando viene impegnata fra le curve. Ecco perché sotto il cofano c’è un 2.0 TFSI da 300 CV – lo stesso della Leon Cupra – scaricati a terra grazie alla trazione integrale permanente 4Drive (forte di sei modalità) e al cambio DSG a 7 rapporti rivisto. Ciò significa che la SUV spagnola può raggiungere i 245 km/h di punta e tocca i 100 km/h, da ferma, in 5,4 secondi.


PIATTO RICCO
Se il look della Cupra Ateca è stato reso più minaccioso grazie a paraurti incattiviti, cerchi in lega da 19″ lavorati e quattro generosi tubi di scarico, la dotazione è da mille e una notte: oltre a sedili e particolari in Alcantara e pedaliera in alluminio, sono di serie sistema keyless, caricabatteria wireless per smartphone, telecamera a 360° con vista a volo d’uccello, strumentazione digitale, touchscreen da 8″ e assistente di parcheggio. La toccheremo con mano al Salone di Ginevra.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Audi RS6 tre quarti anteriore

Nuova Audi RS6 Avant, più potente della Lamborghini Huracan

tutor attivi controesodo

Tutor attivi per il controesodo. Ecco su quali autostrade e da quando

Fiat Concept Centoventi, frontale, Salone di Ginevra 2019

Fiat Centoventi, 500 elettrica e le altre novità Fiat in arrivo