F1 2017 è un generatore virtuale di adrenalina. Un racing game emozionante e coinvolgente, completamente personalizzabile in base alle proprie esigenze. Il nuovo gioco di Codemasters affina la buona ricetta del 2016 e (ri)propone un solidissimo “simcade”, ovvero un efficace ibrido tra simulazione impietosa e arcade permissivo, immediato e profondo.

Il risultato? Senza controllo di trazione e con la visuale interna all’abitacolo, F1 2017 ti stampa in faccia il sorriso di Daniel Ricciardo… ché non smetteresti mai di guidarlo.

F1 2017 può essere letteralmente cucito addosso, per impegnare e divertire chiunque, dai più esperti ai giocatori alle prime armi. Ogni opzione è scalabile (sistema di controllo, aiuti elettronici, impostazioni fisiche, livello di abilità dell’Intelligenza Artificiale, meteo dinamico ecc.). Gli sviluppatori di Codemasters hanno svolto un lavoro eccellente nell’adattare il modello fisico al nuovo regolamento 2017, correggendo anche l’evidente problema di parzializzazione del gas che affliggeva le monoposto del capitolo precedente.

Ora bisogna prendere le misure con il nuovo grip dato dalle gomme più larghe (che in parte correggono “naturalmente” l’eccessivo spinning in accelerazione della versione 2016), coi nuovi pesi maggiorati e con uno stile di guida un po’ nuovo, senza dubbio più eroico e finalmente domabile anche senza controllo di trazione e ABS.

A onor del vero, il force feedback restituito non è “sublime/1:1” come quello di Assetto Corsa (e neppure ambisce a quei livelli di sofisticazione), ma si dimostra comunque solido e affidabile, sempre attento a copiare l’asfalto per restituire sensazioni credibili (e violente).

Dal punto di vista delle modalità di gioco, F1 2017 è la perfetta evoluzione della serie. La modalità Carriera è il cuore pulsante del nuovo gioco di Codemasters. A prescindere dal livello di difficoltà impostato e dalla presenza o meno di ausili elettronici e/o visivi (ad esempio: traiettorie dinamiche), l’esperienza proposta è enorme e, soprattutto, strategica.

Si tratta di un vero e proprio gioco di ruolo, da vivere in prima persona, sia in pista che nel paddock. È infatti necessario metabolizzare tutta una serie di dinamiche cruciali, imparando a ragionare da autentici piloti, dedicandosi anima e corpo agli essenziali test sul passo di gara, stint di qualifica, risparmio di carburante e gestione globale di vettura e strategie. E ancora, c’è da fare i conti con le Power Unit a disposizione e con il logoramento di elementi quali Motore Termico, Motore Elettrico MGU-K, Turbo, MGU-H e Batterie, che potrebbero compromettere una gara sul più bello…

F1 2017 ripropone anche la Safety Car (con Virtual Safety Car), da sfruttare a proprio vantaggio con attenzione, astuzia e tempismo. Il sistema di bandiere e relative penalità è stato rivisto e corretto. Tra gare infuocate, pit-stop e strategie di gara (decisive), sviluppo dei componenti tramite punti esperienza (gestito attraverso un albero di 115 potenziamenti, suddiviso in quattro rami principali: resistenza dei componenti, motore, telaio e aerodinamica), nuovi programmi di allenamento e un intero mondo pulsante nei paddock, la Carriera di F1 2017 è capace di intrattenere e appassionare per dieci stagioni complete (e anche oltre).

A patto, però, di impostare la lunghezza dei gran premi (almeno) al 25%, per sfruttare e godere di strategie differenti e condizioni climatiche variabili.

Se la Carriera è un impegno quasi monumentale, F1 2017 propone anche modalità più rapide e immediate, con eventi, gare online, gran premi singoli, campionati e prove contro il tempo. A ciò si aggiungono nuovi tracciati brevi ( Inghilterra, Bahrain, USA e Giappone), una Montecarlo in notturna (perché no?) e anche la riproposizione di auto storiche (inclusa la mitica e spaventosa McLaren-Honda Mp4/4 di Senna).

L’Ego Engine, ovvero il motore grafico che spinge la versione PlayStation 4 (provata a lungo per questo test, con volante Thrustmaster T300), ha dimostrato una fluidità più che dignitosa, con texture curate e modelli poligonali assolutamente convincenti. Chiaramente, la resa globale è migliore su PlayStaion 4 Pro e PC.

Anche su fronte dell’Intelligenza Artificiale, F1 2017 mette in pista avversari solidi, coriacei e (quasi) sempre corretti, capaci di battagliare strenuamente per mantenere la propria posizione, chiudendo traiettorie o attaccando nelle frenate più violente.

Una piccola chicca: attraverso un auricolare collegato al DualShock, è possibile comunicare con il team, per ottenere informazioni o modificare la strategia di gara, usando i controlli vocali.

F1 2017 è una perfetta trasposizione virtuale della Formula Uno. Un prodotto solido, concreto, enorme, divertente, mai troppo esigente e corredato di tutto punto per riprodurre nella maniera più efficace il grande circus della F1, valorizzando non solo la guida (il clou del pacchetto) e la bagarre in pista, ma anche lo sviluppo dell’auto, le strategie di gara e il lavoro nei paddock.

F1 2017, il videogioco ufficiale della FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP del 2017, è disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC Windows (DVD e su Steam). Da guidare intensamente con un controller o, meglio ancora, con un buon volante.