Ferrari 812 GTS by Novitec, di più non si può

Ci sono ambiti in cui i numeri valgono più di mille parole e quello delle hypersport è uno di questi. I numeri dicono 840 CV, 751 Nm, 0-100 km/h in 2.8″ e 345 km/h di velocità massima. La hypersport è la Ferrari 812 GTS e il preparatore è Novitec.

La liason fra Novitec e Ferrari è lunga e il capitolo con la dodici cilindri 812 GTS è solo l’ultima in ordine di tempo.  La spider di Maranello, con hard-top che si ripiega elettricamente dietro l’abitacolo, è stata sottoposta a un doppio trattamento di lifting e ulteriore iniezione di cattiveria. Fibra di carbonio a profusione, migliorie aerodinamiche, ruote, assetto, kit motore, scarico e interni su misura sono la ricetta per rendere ancora più esclusiva una delle auto più esclusive al mondo.

Ancora più bella

Ferrari 812 GTS by Novitec, vista tre quarti anteriore in studio

Per quanto riguarda il look, Novitec ha sviluppato delle componenti in fibra di carbonio (disegnate in galleria del vento) che hanno anche proprietà aerodinamiche e che sono destinate a migliorare stabilità e assetto alle alte velocità. Come lo spoiler anteriore, progettato per aumentare il carico aerodinamico, i deflettori applicati sulle prese d’aria e lo spoiler posteriore, in tre pezzi. Poco appariscenti ma efficaci anche le appendici per gli specchietti, le prese d’aria sul cofano e gli estrattori dietro le ruote anteriori. Le minigonne, oltre ad accentuare il look sportivo, aiutano a regolare i flussi d’aria fra i passaruota anteriori e posteriori.

Assetto ribassato

Ferrari 812 GTS by Novitec, vista laterale in studio

I cerchi, forgiati, sono stati sviluppati ad-hoc per la 812 con l’americana Vossen e sono disponibili con tre differenti finiture (standard, polished o brushed) e colori pressoché illimitati. Per enfatizzare la linea dell’auto, sono state realizzate tre combinazioni di ruote/gomme con dimensioni differenziate per l’anteriore e il posteriore.

La 812 GTS in foto monta cerchi 10Jx21 con pneumatici 275/30 ZR 21 davanti e cerchi 12.5Jx22 con pneumatici 335/25 ZR 22 dietro. Le ruote sono le NF10, con disegno a cinque doppie razze a V e fissaggio monodado

Cambia anche l’assetto, grazie agli ammortizzatori più sportivi che abbassano di 35 mm la luce a terra. Il baricentro ne trae beneficio e così pure l’handling. Per ovviare alle difficoltà nel superamento di rampe, bumper e ostacoli è previsto un comando pneumatico che, azionato da un pulsante sul cruscotto, solleva l’auto di 40 mm e la riabbassa, operazione che avviene anche in modo automatico al raggiungimento degli 80 km/h.

Sotto il cofano

Ferrari 812 GTS by Novitec, vista tre quarti posteriore in studio

Motore anteriore da 6,5 litri, dodici cilindri a V, aspirato, quattro valvole per la Ferrari 812 GTS. Ma a qualcuno non basta… Nessun problema: grazie all’upgrade studiato dagli ingegneri di Novitec, le prestazioni salgono a 840 CV a 8.750 giri, 751 Nm di coppia a 7.300 giri, accelerazione da 0-100 km/h in 2,8″ e una velocità massima di 345 km/h. Valori a cui si arriva anche attraverso l’utilizzo di un impianto di scarico molto sofisticato, con terminali da 110 mm di diametro (lucidi o nero opaco) che regalano anche un suono straordinario. Lo scarico può essere dotato di regolatore del suono (con valvole attive), e finito con placcatura d’oro per un’ottimale dissipazione del calore.

Ma non è tutto, chi opta per l’impianto di scarico realizzato in Inconel, lo stesso materiale utilizzato per gli scarichi delle monoposto di Formula 1, otterrà un notevole vantaggio in termini di peso pari a 11 chili…

Naturalmente, anche l’abitacolo è oggetto di personalizzazione. Il proprietario può scegliere fra una selezione sconfinata di pelle e Alcantara e combinare i materiali come i suoi gusti gli suggeriscono.

Ferrari 812 GTS by Novitec, particolare abitacolo