Ford 1.0 EcoBoost: spegnerà un cilindro

Debutterà nel 2018 la versione “a cilindrata variabile” del tricilindrico 1.0 turbo benzina. Potrà contare sulla disattivazione di un cilindro a basso regime e in condizioni di carico costante.

Passano gli anni, ma il 3 cilindri 1.0 12V Ford EcoBoost si conferma un propulsore sorprendente. Massima espressione del downsizing, più volte insignito del riconoscimento “Motore dell’anno”, può contare sull’iniezione diretta della benzina, sulla fasatura variabile lato aspirazione e scarico e sulla sovralimentazione mediante turbocompressore che, complice la turbina a bassa inerzia, porta a erogare sino a 140 cv. Ora, però, si spinge persino oltre, promettendo di “spegnere” un cilindro…ford-1-0-ecoboost-002Disattivare un cilindro così da ridurre consumi ed emissioni è l’obiettivo perseguito dagli ingegneri Ford. Un orizzonte prossimo a realizzarsi, dato che dal 2018 il piccolo 1.0 EcoBoost potrà trasformarsi in bicilindrico con il verificarsi di determinate condizioni. Forte di raffinatezze tecniche quali gli iniettori piezoelettrici a 6 fori per la polverizzazione del carburante e le iniezioni multiple a ogni ciclo, il raffreddamento a due vie e il collettore di scarico integrato nella testata così da abbassare la temperatura dei gas combusti e rendere particolarmente pronta la risposta alle pressioni dell’acceleratore, il tricilindrico della Casa dell’Ovale diventerà un’unità “a cilindrata variabile”.ford-1-0-ecoboost-003Il nuovo 1.0 EcoBoost sarà in grado di disattivare e riattivare uno dei tre cilindri in meno di 14 millisecondi grazie all’interruzione del flusso di benzina e al conseguente movimento delle valvole in presenza di un regime di rotazione inferiore a 4.500 giri/min e di un basso carico motore. Vale a dire qualora non sia richiesta alcuna potenza supplementare, ad esempio nella marcia ad andatura costante. La disconnessione verrà affidata a un software specifico in grado di analizzare la velocità della vettura, la pressione esercitata sul pedale dell’acceleratore e la coppia erogata. L’apporto del pistone momentaneamente disabilitato riprenderà automaticamente alla richiesta di una spinta superiore. Ford promette un incremento dell’efficienza nell’ordine del 6% e livelli di vibrazioni pressoché identici alla configurazione originaria. La quadratura del cerchio?