Di una Corvette ibrida plug-in, oppure 100% elettrica, si era già parlato nel 2015, ma nessuno avrebbe mai pensato che quest’idea tornasse alla ribalta conquistando anche il primato di vettura a zero emissioni più veloce del globo! Merito della factory americana GenovationCars, specializzata nella progettazione di auto alimentate a batteria, che ha portato la concept GXE a infrangere la barriera dei 330 km/h.

Basato su di una Corvette Z06, il prototipo GXE aveva già battuto a febbraio il record per vetture elettriche facendo registrare una punta massima di 300 km/h. Il nuovo primato di 205,6 miglia orarie, pari 330,8 km/h, sposta (nettamente) verso l’alto l’asticella. Un risultato ottenuto in un luogo a dir poco “spaziale”, vale a dire presso la Shuttle Landing Facility del Kennedy Space Center, pista un tempo utilizzata dalla NASA, l’Ente spaziale americano, per i collaudi dello Shuttle.

GenovationGXE-002

La Corvette GXE, acronimo di Genovation Extreme Electric, abbandona il V8 7.0 aspirato tipico della muscle car Z06 del 2006 per dotarsi d’inverter, batterie e motori elettrici in grado di sprigionare complessivamente 600 cv e 775 Nm di coppia. Valori da capogiro cui si accompagnerebbero, secondo la factory di Washington, una distribuzione dei pesi 50/50 tra gli assali e un’eccezionale autonomia di 210 km in condizioni di guida reale. La supercar GXE, per quanto artigianale, cela un progetto più strutturato volto a rendere disponibile una mini serie di vetture e anticipa l’annunciata E-Ray ibrida plug-in. Quest’ultima realizzata direttamente da Chevrolet e caratterizzata dalla collocazione centrale anziché anteriore del motore termico, posizionando all’avantreno l’unità a zero emissioni così da poter disporre della trazione integrale a gestione elettronica. Un orizzonte sinora remoto, ma che i risultati ottenuti da Genovation potrebbero avvicinare in tempi… da record!

Corvette Z06
La Corvette Z06 d’ultima generazione, probabile base dell’attesa versione ibrida plug-in E-Ray