Hyundai i10 2017: il restyling è multimediale

La city car coreana beneficia di una rivisitazione estetica in linea con il nuovo family feeling Hyundai e di un sostanzioso upgrade in materia di dotazioni multimediali e di sicurezza. Invariati i motori e le trasmissioni.

2 settembre 2016 - 11:09

Progettata e realizzata in Europa, nel 2013 Hyundai i10 è cambiata radicalmente rispetto al passato e ha conquistato un posto d’onore all’interno della categoria delle city car. Forte di una linea piacevole, d’interni curati, di una capacità di carico da riferimento e di ampio spazio per cinque adulti, non si è però accontentata e, anzi, ora rilancia grazie al restyling al debutto in occasione del prossimo Salone di Parigi (1-16 ottobre).

L’aggiornamento del modello è concentrato sul design e sulle dotazioni, mentre è confermata la gamma dei motori a benzina composta dal tricilindrico 1.0 12V – disponibile anche in configurazione bifuel a GPL – e dal 4 cilindri 1.2 16V. Unità forti rispettivamente di 66 e 87 cv e proposte, come in passato, in abbinamento alla trasmissione manuale a 5 marce o al cambio automatico opzionale a 4 rapporti. Sotto il profilo tecnico, le uniche variazioni consistono pertanto nell’adozione d’ammortizzatori dalla taratura ottimizzata, meno cedevole, e in un rapporto di sterzo più diretto, a tutto vantaggio del feeling al volante.

La i10 MY17 segue il rinnovato family feeling della Casa coreana, denominato “cascading grille”, che caratterizzerà i futuri modelli Hyundai. Debutta così una mascherina ristilizzata, dalle linee ammorbidite, mentre le luci diurne a LED trovano collocazione in posizione rialzata. Rivisti i gruppi ottici posteriori e il paraurti integrante i retronebbia, mentre gli interni si fregiano di materiali e abbinamenti cromatici inediti. Non meno rilevante l’upgrade a livello d’infotainment, dato che la plancia ospita ora un display da 7 pollici e il sistema rispetta gli standard Apple CarPlay e Android Auto per il dialogo privilegiato tra smartphone e vettura.

Il restyling in vista del 2017 implica un arricchimento della dotazione di sicurezza, dato che la city car coreana – lunga poco meno di 3,7 metri – può essere dotata di una telecamera frontale per la frenata d’emergenza in caso di collisione imminente e l’avviso di superamento involontario della linea di corsia. Tanta raffinatezza, degna di modelli di categoria superiore, trova completamento nell’integrazione della navigazione con i servizi Live per le informazioni sul traffico e la segnalazione degli autovelox. Hyundai 10 è diventata grande (nelle dotazioni).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]

Peugeot 3008 GT Hybrid4, la variante ibrida plug-in si aggiunge alla gamma