Land Rover Defender, nuovo e vecchio a confronto – Prova

L’abbiamo provata in ogni condizione, insieme al Defender storico. Scoprendo che non si stava meglio quando si stava peggio…

Cifre per pochi

Capitolo prezzi. Preparatevi a qualcosa di forte perché si parte da 57.400 euro. Una cifra che però significa cerchi in acciaio, significa dover pagare a parte il bracciolo scorrevole nel tunnel tra i sedili e la leva del cambio in pelle, i sedili posteriori frazionabili e i tappetini, i comandi sul volante e i vetri oscurati. Accontentandosi – si fa per dire – del motore da 200 CV, il mio consiglio è di andare almeno sulla S – 62.400 euro – anche se è solo l’HSE che rende giustizia al livello di questa macchina: 73.400 euro. E stiamo parlando del motore base…

Cifre importanti. Per pochi. Su questo non ci sono dubbi. Detto ciò, siete a conoscenza di qualcosa di tecnicamente, tecnologicamente e qualitativamente al top che costi poco? Io no. Ecco, considerate che con il Defender vi mettete in garage un’auto capace di affrontare l’offroad con la stessa disinvoltura del vecchio Defender e, quindi, di fare cose che solo pochissime altre – al mondo – possono fare: nello specifico Jeep Wrangler, Mercedes Classe G e Toyota Land Cruiser; non consideriamo i pick-up come il Ford Ranger Raptor. Nello stesso tempo, il comfort e la precisione di guida su asfalto, ma anche il lusso e le possibilità di personalizzazione, sono le stesse (o di poco inferiori) di Sua Maestà la Range Rover.

Land Rover Defender nuovo VS vecchio