Terremoto tecnico in Lexus! La nuova coupé premium LC 500h non solo adotta un powertrain ibrido in sostituzione del ciclopico V8 5.0 32V a benzina da 467 cv riservato agli States, ma abbandona anche la tradizionale – per i modelli ibridi della Casa nipponica – trasmissione a variazione continua, a  favore di un inedito cambio automatico a 4 rapporti. Una piccola rivoluzione.

LexusLC500h-007

LC 500 è il primo modello Lexus dotato della nuova piattaforma modulare GA-L, un pianale che promette rigidità torsionale da riferimento, e adotta una carrozzeria coupé che s’accompagna alla configurazione 2+2 dell’abitacolo. Negli Stati Uniti, come accennato, ha debuttato con un V8 di 5,0 litri a benzina di derivazione GS-F, oltre che corredata della trazione posteriore e di un cambio automatico a 10 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia. Ora sbarca in Europa, forte della nuova tecnologia ibrida denominata Multi Stage Hybrid System e del contenimento delle masse grazie al ricorso all’alluminio per la realizzazione di cofani, passaruota e parte delle sospensioni anteriori, oltre che della fibra di carbonio, quest’ultima destinata ai pannelli interni delle portiere e al tetto.

LexusLC500h-010

Sottopelle pulsa un 6 cilindri a V alimentato a benzina di 3,5 litri a ciclo Atkinson, accreditato di 300 cv e 348 Nm di coppia, abbinato a un motore elettrico che trae energia dalle batterie al litio collocate alla base dei sedili posteriori. Una soluzione derivata dalla crossover RX 450h e in grado di garantire 354 cv, con scatto da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi. Una prestazione degna di nota, ottenuta anche grazie all’inedito cambio automatico a 4 rapporti corredato, per la prima volta nella storia Lexus, dalla modalità di guida M per la selezione manuale delle marce.

LexusLC500h-018