Lexus LF-C2: prove tecniche di cabrio

La concept nipponica, versione scoperta della coupé RC, entrerà presto in produzione con una linea aggressiva e un sistema ibrido da oltre 200 cv. Sarà dotata di un tetto rigido ripiegabile.

Non sembra conoscere tregua: dopo aver rinnovato radicalmente la propria gamma negli ultimi cinque anni, Lexus – divisione di lusso del Gruppo Toyota – amplia ulteriormente l’offerta con una concept che a breve, anzi brevissimo, entrerà in produzione in veste definitiva.LexusLFC2-005Carattere sportivo e dimensioni generose – è lunga 4,71 metri – sono i fiori all’occhiello della cabriolet LF-C2 Dazzles, versione scoperta della coupé premium a quattro posti RC. Agli interni ricercati, in pieno stile Lexus, e all’abitacolo in configurazione 2+2, si accompagnano una linea aggressiva, specie al frontale dove l’ampia calandra, sebbene non “mostruosa” quanto il componente appannaggio della crossover NX, appare comunque di ampiezza superiore alla media. La versione prototipale non prevede alcuna capote, ma è logico immaginare che l’auto destinata alla commercializzazione sia dotata di un tetto rigido ripiegabile in tre sezioni ad azionamento elettrico.LexusLFC2-002Sotto il cofano dovrebbero pulsare un sistema ibrido attinto, analogamente al pianale, dalla berlina IS 300h e ottenuto abbinando un 4 cilindri a iniezione diretta di benzina di 2.494 cc a un’unità elettrica. Sebbene non siano stati dichiarati i dati tecnici, è probabile che le potenze in gioco ricalchino, quando non superino, quanto previsto per la berlina: ovvero 143 cv per il propulsore a zero emissioni e 181 cv per il quadricilindrico a fasatura variabile, per una cavalleria complessiva di 223 cv. Non è escluso che, data la grinta della LF-C2, venga realizzata anche una versione sportiva su base RC F, dotata del ciclopico V8 5.0 32V a benzina da 450 cv.