Lotus Exige 360 Cup: tra pista e strada

La versione destinata ai track day della sportiva inglese vede il V6 3.5 Supercharged passare da 350 a 360 cv. Kit aerodinamico specifico e scarico racing.

21 agosto 2015 - 8:08

La massima espressione della raffinatezza meccanica secondo il reparto Lotus Motorsport. Exige 360 Cup, destinata a essere prodotta in 50 esemplari numerati, promette d’estremizzare ulteriormente il concetto di leggerezza tanto caro a Colin Chapman, patron della Casa di Hethel.

1.130 kg. Vale a dire 46 kg in meno rispetto alla “sorella” S Coupé. Un risultato degno di nota cui si accompagna l’adozione del kit aerodinamico appannaggio della versione V6 Cup e forte di splitter anteriore, estrattore maggiorato e alettone a incidenza regolabile. Il sottoscocca interamente carenato promette di favorire l’effetto suolo portando in dote una deportanza quantificabile in 46 kg a 160 km/h. Inedito lo scarico di derivazione racing, mentre l’impianto frenante AP Racing si avvale di dischi autoventilanti forati e baffati anteriori da 350 mm di diametro e posteriori da 332 mm sui quali lavorano pinze a 4 pistoncini.

Minime novità sotto il profilo meccanico. È confermato il V6 24V di 3.456 cc di derivazione Evora, Made in Toyota e collocato centralmente. Un’unità alimentata a benzina, corredata di fasatura variabile e sovralimentazione mediante compressore volumetrico nonché accreditata di 360 cv anziché gli originari 350 cv a 7.000 giri/min. Tutt’altro che inedito il Lotus Dynamic Performance Management fornito da Bosch, in grado di armonizzare gli interventi dell’elettronica, l’erogazione del propulsore e il sound del V6 in base a tre setting. Una soluzione simile al Manettino Ferrari. Setting che portano in dote l’azionamento della valvola bypass allo scarico ai regimi medio-alti, l’intervento del limitatore a 7.200 anziché 6.800 giri/min e una risposta particolarmente pronta del motore alle pressioni dell’acceleratore. Setup standard cui aggiungere un quarto programma denominato Race – di serie anziché optional come per le “comuni” Exige S – che prevede il launch control e l’apertura costante della valvola bypass, oltre a una taratura specifica delle sospensioni.

Lotus Exige 360 Cup è già ordinabile al prezzo di circa 90.000 euro. Optional le barre antirollio regolabili, gli ammortizzatori Öhlins in sostituzione dei componenti Bilstein abbinati alle molle elicoidali Eibach così come i sedili in carbonio omologati FIA e il volante amovibile.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Seat Ibiza, Arona e Tarraco: in arrivo nuove motorizzazioni 

Mazda EV, una prima volta… elettrica

Nissan IMk, il concept cittadino ispirato alla cultura giapponese