Mazda MX-5 Grand Tour, perché la vita è un viaggio

La prima delle tre Limited Edition della spider Mazda più famosa di tutti i tempi è arrivata. E porta con sé tanta voglia di viaggiare. Senza lasciare a casa nulla (o quasi)

17 aprile 2018 - 19:04

La MX-5 ha una lunga tradizione in fatto di serie speciali, che oggi rivive nella serie ND, seguendo il tema del viaggio. Il primo degli esemplari speciali in programma è arrivato: si chiama Mazda MX-5 Grand Tour, è disponibile in 6 pezzi numerati ed è dedicato a tutti coloro che amano viaggiare con un fazzoletto di cielo sopra la testa.


Per un trolley in più
Se sui vecchi modelli NA ed NB era possibile caricare bagagli in eccesso su un opzionale portapacchi cromato, da installare sopra al baule, per questa Mazda MX-5 Grand Tour ad Hiroshima si sono superati. Realizzando un elegante portapacchi in fibra di carbonio su misura, dotato di terza luce stop e capace di ospitare una valigia dedicata, prodotta da Moncabas su specifiche Mazda. A risentirne, probabilmente, solo la visibilità posteriore: la visuale dallo specchietto centrale sembra quasi totalmente occupata dalla pregiata borsa rigida.


Interni speciali e ricchi
La carrozzeria della Mazda MX-5 Grand Tour, in color Machine Gray, va cromaticamente a braccetto con gli interni dedicati in pelle Nappa Brown. In abitacolo, non mancano impianto audio Bose con altoparlanti integrati nei poggiatesta e sistema multimediale con schermo touch a colori da 7″. Il frangivento, posizionato tra gli schienali, è in materiale trasparente mentre la capote (tradizionalmente manuale) è in tela. Infine, l’abitacolo è impreziosito da clima automatico, sensori luce/pioggia, sistema smart key e tappetini con logo “MX-5”.


Squadra che vince…
Nulla di nuovo dal punto di vista della meccanica: la Mazda MX-5 Grand Tour è spinta dal solito 4 cilindri 2 litri a benzina aspirato, capace di scaricare 160 CV sulle ruote posteriori. Differenziale autobloccante e ripartizione dei pesi 50:50 inclusi. Senza dimenticare cambio rigorosamente manuale e il sistema di start&stop con recupero di energia in frenata. Perché il viaggio e il divertimento devono sempre strizzare l’occhio all’ambiente (e al portafogli). La nuova Grand Tour è già prenotabile sul sito Mazda.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche, Lotus Evija sfida Pininfarina Battista e Rimac C_Two

Subaru Levorg 2019, station wagon tecnologica e rassicurante. La prova

Amazon e Alexa salgono in auto