McLaren P1 GTR: 1.000 cv per la pista

Vedrà la luce nel 2015 la versione track car della supersportiva britannica. L’unità ibrida composta da un motore elettrico e dal noto V8 3.8 biturbo benzina erogherà 1.000 cv anziché gli originari 916. Costerà 2,5 milioni di euro

18 giugno 2014 - 9:06

Vent’anni dopo la vittoria alla 24Ore di Le Mans (1995) con la mitica F1 GTR, McLaren torna a glorificare la denominazione GTR approntando una versione destinata esclusivamente alla pista della supercar ibrida P1.

1.000 cv. Nessun compromesso. Non sarà destinata all’utilizzo stradale e, conseguentemente, non dovrà sottostare a omologazioni antinquinamento o limitazioni di qualsivoglia natura. P1 GTR si candida al titolo di miglior vettura da pista mai costruita. Un primato sinora conteso tra supercar epiche ed esclusive quali Ferrari FXX, Pagani Zonda R e Maserati MC12 Corsa. Sono attesi miglioramenti a livello di potenza, accelerazione laterale, grip e carico aerodinamico. Nel dettaglio, il V8 3.8 biturbo benzina sarà sempre abbinato a un’unità elettrica, ma il gruppo ibrido erogherà 1.000 cv anziché gli originari 916. Un upgrade cui si accompagnerà una netta riduzione del peso a secco (1.395 kg) rispetto alla vettura di serie. Confermata la struttura monoscocca in carbonio.

P1 GTR nasce per volere di alcuni facoltosi clienti della Casa inglese, pronti a sborsare 2,5 milioni di euro e attratti da un esclusivo programma di attività in circuito – sono previsti test lungo sei tracciati del Mondiale F1 – con il supporto ufficiale del team McLaren.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alfa_romeo_SZ rossa tre quarti anteriore

Alfa Romeo SZ e RZ, design “difficile”, meccanica autentica – Youngtimer

Skoda-Octavia-wagon

Altro che SUV, le migliori 10 station wagon fra i 20.000 e i 30.000 euro

Le auto costano troppo? No, ecco perché