Mercato auto Europa: la rivincita delle auto “non SUV”

In casa Volkswagen e BMW i numeri dicono che gli Sport Utility non sono per forza i modelli più venduti nella propria fascia di mercato. Ecco tutti i dettagli

Il mercato dell’auto, ormai è cosa nota, è in grande sofferenza; in Italia e in Europa. E non può essere una consolazione il fatto che nei primi 6 mesi del 2021 si sia registrato un +25,2% rispetto allo stesso periodo del 2020. L’anno scorso è stato infatti caratterizzato dal lockdown duro, quello con chiusure totali, in grandissima parte del Vecchio Continente.

Per avere un’idea più chiara della situazione bisogna risalire al 2019: nella prima metà del 2021 sono state vendute 1,5 milioni di unità in meno rispetto ai livelli pre-covid. Detto questo, resta comunque interessante analizzare in modo un po’ più approfondito i dati perché si scoprono dinamiche certo non scontate. Prima di vederle una a una, la conferma viene dal Gruppo Volkswagen, che domina luglio dall’alto delle sue 1.685.447 vetture immatricolate (nell’Unione Europea, includendo anche EFTA e Regno Unito). Segue Stellantis con 1.384.272 immatricolazioni e chiude il podio Renault-Nissan a quota 698.392.