Michelin presenta lo pneumatico anti-mina

Realizzato interamente a mano, è il risultato di dieci anni di ricerca e sviluppo e rappresenta un’innovazione importantissima in ambito militare

La gestazione è stata lunga ed estremamente impegnativa: oggi, finalmente, lo pneumatico anti-mina Michelin LX PSI 710/75 R 34 ha superato tutti i test e ha ottenuto la certificazione di primo equipaggiamento per il sistema di sminamento SOUVIM II. Lo pneumatico anti-mina viene gonfiato a una pressione di 0.3 bar, il che significa che la pressione esercitata sul terreno è inferiore a quella del passo di un uomo. Questo risultato è stato raggiunto costruendo una striscia di gomma spugna dello spessore di 10 centimetri come battistrada; la striscia è stata poi apposta su carcasse di pneumatici di derivazione agricola.   Lo pneumatico andrà ad equipaggiare carri armati del peso di circa 7,5 tonnellate: questi mezzi esercitano normalmente una pressione a terra di 5 kg/cm2; montando lo pneumatico LX PSI 710/75 R 34 di Michelin, invece, la pressione esercitata dal carro armato raggiungerà soli 360 g/cm2. Una differenza sostanziale, se si pensa che un uomo del peso di 80 kg, camminando, esercita una pressione al suolo di circa 660 g/cm2 e un coniglio di 2,5 kg di peso esercita circa 450 g/cm2. Gli pneumatici anti-mina permetteranno ai carri armati di sminare ogni giorno una porzione di terreno della lunghezza di circa 150 km, procedendo a circa 20 km/h: lo pneumatico anti-mina impedisce che il mezzo pesante venga rilevato e si deforma sulla sommità delle mine coniche, senza attivarle e permettendo di disinnescarle.