Android Auto e Apple Car Play sulle vecchie auto: come fare, quanto costa

Auto di qualche anno o allestimento entry-level? Ecco dove trovare e come installare i migliori infotainment aftermarket sul mercato.

Infotainment auto aftermarket: cosa sono e perché comprarli

Android Auto e Apple CarPlay sulla vostra amata youngtimer, che finalmente siete riusciti a trovare al giusto prezzo e in buone condizioni. Oppure, semplicemente, sull’auto comprata usata; ancora, sulla macchina che si possiede da molti anni e che si intende tenere ancora per un po’. Grazie all’aftermarket, tutti possono effettuare questo importante aggiornamento. In vendita esistono infatti numerosi sistemi che, pur non essendo sviluppati per un modello specifico, sono compatibili con molte vetture e funzionano perfettamente. In questo articolo vi fornisco alcune utili indicazioni per dotare la vostra auto di un sistema di infotainment in linea con il mercato. Consigli che potrebbero servire, oltre che nei casi scritti sopra, anche nel caso in cui abbiate appena comprato un’auto nuova, non dotata però di queste tecnologie. Uso il plurale perché oltre ad Android Auto e Apple CarPlay ci sono anche navigatore, radio DAB, bluetooth e altro ancora.

Stereo cd player auto
credit: cars.lovetoknow.com

Infotainment aftermarket: dove comprarli

Che siano aziende specializzate – e rinomate, come Sony o Pioneer – o rivenditori cinesi su Ebay o Alibaba, le possibilità di scelta per un sistema di infotainment aftermarket sono molteplici, anche in termini di spesa. A volte è sufficiente cercare il termine “autoradio” seguito dal modello di auto desiderato ma i primi timori sull’acquisto riguardano sicuramente domande come “e se non è compatibile?” oppure “ma è facile da montare o devo spendere altri soldi dall’elettrauto?”. Non sarà certo la Casa madre a darvi una risposta.

pioneer-infotainment-aftermarket

Prima di iniziare a cercare il prodotto ideale è opportuno capire quali sono le proprie esigenze. Se l’obiettivo è quello di aggiungere una funzionalità semplice come il bluetooth allora non sarà necessario procedere all’acquisto di un sistema infotainment. La scelta più semplice (ed economica) è quella di rivolgersi all’elettrauto per un cablaggio ad-hoc e un ricevitore dedicato; sconsiglio i ricevitori FM (primi risultati di una ricerca “bluetooth auto” su Amazon). Per Android Auto o Apple CarPlay (i sistemi più completi) sarà necessario uno schermo touchscreen e un dispositivo adeguato, più costoso ma ricco di funzionalità. Anche in questo caso, se non avete dimestichezza con cacciaviti e cablaggi è meglio lasciar fare a un professionista. Tra i migliori produttori di infotainment per auto troviamo:

Al di fuori dell’acquisto sul sito ufficiale è possibile consultare piattaforme come Amazon, Ebay, Alibaba o Aliexpress. Tuttavia, i marchi più blasonati limitano i canali di vendita lasciando questi grandi e-commerce ricchi di prodotti di scarsa qualità. In questo caso occorre prestare attenzione alle caratteristiche del prodotto e all’affidabilità del venditore (il sistema di feedback a volte è poco efficace e solo Amazon riesce a colmare questo deficit grazie a resi e consegne rapide).

Prezzi, dimensioni, pro e contro