MINI Countryman John Cooper Works 2017: a tutta forza

Con i suoi 430 centimetri e 231 cavalli è la MINI più grande e più potente della storia del marchio. Freni e assetto sono adeguati alle prestazioni

19 gennaio 2017 - 11:01

La nuova MINI Countryman John Cooper Works – o JCW che dir si voglia – fa letteralmente incetta di superlativi, relativi e assoluti. Due su tutti aiutano a inquadrarla per bene. È sempre una Contryman di seconda generazione ed è quindi la MINI più grande nella storia della Casa, lunga 430 cm, 17 cm in più rispetto alla progenitrice. Inoltre il suo quattro cilindri due litri TwinPower Turbo, con tecnologia Valvematic e Doppio Vanos è il motore più potente mai finito sotto il cofano di una MINI di serie. La scheda tecnica parla di ben 231 cv (dunque 13 più della vecchia edizione) e di 350 Nm ci coppia. Osservando la curva di erogazione, si può notare poi come praticamente a ogni regime si registri l’uno o l’altro valore massimo: difficile chiedere di meglio.

La MINI Countryman JCW adotta di serie un cambio manuale a sei marce ma a richiesta si può avere anche l’automatico Steptronic a otto rapporti. A fare da denominatore comune è sempre la trazione integrale ALL4, che aiuta a scaricare a terra la potenza e permette di scattare da 0 a 100 in soli 6,5 secondi, con un guadagno di quasi un secondo rispetto alla “normale” Countryman Cooper S. La velocità massima è di 234 km/h, mentre il consumo è di 7,4 o 6,9 l/100 a seconda del cambio scelto.

Tutto è adeguato alle prestazioni. La Countryman JCW ha un assetto sportivo con cerchi da 18” e un impianto frenante Brembo, che ha come fiore all’occhiello le pinze freno anteriori rosse a quattro pistoncini con logo John Cooper Works. E’ pure grazie a loro se con questa MINI anche l’occhio ha la sua parte. Per catturare ancor più l’attenzione la ricetta JCW comprende ampie prese d’aria frontali e uno spoiler specifico sopra il lunotto. All’interno spiccano invece i sedili con poggiatesta integrato, il volante sportivo e il pomello del cambio, tutti firmati John Cooper Works. Della dotazione di questa versione fanno poi parte tra le altre cose anche i fari a LED, i MINI Driving Modes, per tarare regolare in un colpo solo tutta l’elettronica di bordo, la chiave elettronica Comfort Access e la radio MINI Visual Boost. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Audi e-tron

Audi e-tron, upgrade tecnico in nome dell’efficienza

Auto, le idee regalo per il Natale 2019

Monza Rally Show 2019