Mitsubishi Outlander PHEV: ibrido da record

Due motori elettrici accoppiati a uno termico da 2 litri, 61 km/litro e possibilità di viaggiare per 55 chilometri senza emissioni. Con la Outlander PHEV, Mitsubishi lancia la sfida a tutti gli ibridi sul mercato

È un mondo in continuo fermento quello dei veicoli ibridi e la Mitsubishi Outlander PHEV che verrà presentata al prossimo Salone di Parigi ne è la conferma. Sempre più performanti, “autonomi” (come chilometraggio) e capaci di fornire qualità tipiche delle 4×4, semplicemente suddividendo il lavoro delle unità a disposizione in maniera indipendente sugli assi, gli ibridi del 2012 stanno raggiungendo prestazioni (in tutti i sensi) impensabili fino a poco tempo fa.

Ha iniziato Toyota con Auris Prius e Plug-In, nate e sviluppate per smentire tutti coloro che pensavano che l’unico futuro possibile fosse elettrico; lo ha confermato Peugeot con la tecnologia Hybrid4, che permette alla 3008 un comportamento da 4×4 senza però l’utilizzo della componentistica necessaria per la trazione integrale. E oggi, o meglio domani visto che debutterà ufficialmente a fine mese, ci pensa Mitsubishi a rilanciare con la Outlander PHEV, sintesi perfetta di tutto ciò che abbiamo visto finora o, come la definiscono gli uomini del marketing, una vettura che racchiude tre anime: “ecologica come un’elettrica, prestante come una suv e indipendendente in termini di autonomia come solo una vettura tradizionale può essere”.

Sono tre le impostazioni di guida tra le quali sarà possibile scegliere: EV, Series Hybrid e Parallel Hybrid. La prima sfrutta esclusivamente i due motori elettrici e garantisce un’autonomia di ben 55 km; la seconda sfrutta l’unità termica come generatore per la ricarica delle batterie; la terza, invece, utilizza il 2 litri a benzina MIVEC per garantire trazione e spinta, lasciando alle unità elettriche un più blando compito di assistenza (boost per le partenze e per effettuare sorpassi). I consumi dichiarati, calcolati però con un ciclo differente rispetto a quello europeo, parlano di 61 chilometri con un litro e di un’autonomia di 880 km.

In più, come già annunciato in apertura, c’è la possibilità di sfruttare il sistema 4WD basato su motori elettrici indipendenti posti sui due assi e capace, secondo quanto dichiarato dai tecnici Mitsubishi, di ridurre le perdite d’attrito, assicurare una risposta migliore e un controllo più preciso rispetto ai sistemi tradizionali che utilizzano alberi di trasmissione.

Esemplare definitivo, e non in via di sperimentazione come si pensava fino a poco tempo fa, la Mitsubishi Outlander PHEV verrà introdotta sul mercato europeo già a partire dai primi mesi del 2013.