“Sono già in ritardo e poi ci si mette anche il parcheggio: mezz’ora a girare in tondo per trovarne uno!”
“Abbiamo prenotato per le 20:30 ma se non troviamo uno straccio di parcheggio ci toccherà telefonare al ristorante per posticipare! E con i morsi della fame, come si fa?”.
“Lì, guarda lì! Ma no, lì ci sono le strisce gialle! E là? Niente, ci sono le strisce blu. Qui, invece, il passo carraio…”.

Ecco qualche classica frase che abbiamo pronunciato con un po’ di rabbia, sperando di trovare in fretta l’agognato spazio per la nostra auto. C’è qualcuno, però, che sta lavorando per risolvere questo problema collettivo. Il marchio Seat, infatti, tra i progetti e le tecnologie sviluppati volti a facilitare la mobilità urbana ha messo a punto “ParkFinder”. Si tratta di un’applicazione capace di indirizzare l’automobilista verso i parcheggi liberi nell’area che sta percorrendo. Per ottenere l’informazione desiderata è sufficiente inserire i dati della zona in cui si è diretti e una volta giunti nei dintorni chiedere alla App dove si può parcheggiare.

Attualmente la App è in fase di sperimentazione nell’area urbana di Barcellona, nel quartiere Les Corts, via libera reso possibile anche grazie alla collaborazione del Comune. Speriamo che nei prossimi mesi questo sistema sia fruibile anche nelle nostre città, così da poter risparmiare tempo, denaro, inquinare meno e non dover più dire: “Sono sotto casa tua, sto cercando parcheggio”, che forse, in certi casi era anche una buona scusa per prender tempo….