Nuova Audi e-tron Sportback

L'Audi e-tron Sportback, in arrivo nella primavera del 2020, migliora efficienza e autonomia. Affascinanti le linee. Debuttano i proiettori a LED Digital Matrix

20 novembre 2019 - 15:19

Arriverà nella primavera del 2020 ma fin da ora si candida a diventare la più affascinante delle elettriche pure. La nuova Audi e-tron Sportback, nelle due versioni 55 e 50 quattro, con potenza massima di 408 e 313 cavalli, è un SUV coupé che nel ciclo WLTP percorre 446 km con una carica completa. Debuttano su questo modello i proiettori a LED Digital Matrix, una tecnologia per la sicurezza particolarmente evoluta. Confermati + i riferimenti stilistici, a partire dalla calandra single frame con listelli verticali e colore grigio platino. Lateralmente i longaroni sottoporta identificano la zona occupata dalla batteria. Tredici le opzioni di colore della carrozzeria, una delle quali nuova e denominata blu plasma metallizzato. La variante S line edition ha cerchi da 20 pollici e sospensioni pneumatiche con taratura dedicata, prese d’aria di maggior dimensione, logo S line sul frontale e sui battitacco illuminati in alluminio. A identificare la versione concorrono numerosi elementi in tinta con la carrozzeria.

La Sportback nella variante S line edition con specchi retrovisori esterni virtuali ha un coefficiente di resistenza aerodinamica dichiarato di 0,25, migliore dell’Audi e-tron, rispetto a cui percorre 10 km in più a parità di capacità della batteria, pari a 95 kWh con tensione nominale di 396 Volt. La batteria stessa è composta da 36 moduli di celle disposti su due livelli, 31 sotto e 5 sopra: ciascun modulo contiene 12 celle a sacchetto con rivestimento in materiale plastico, a sua volta avvolto nell’alluminio. L’intera batteria, completa di sistema di raffreddamento, pesa circa 700 kg ed è fissata alla carrozzeria con 35 viti; contribuisce alla rigidità torsionale della scocca.

Nella gran parte delle decelerazioni, quelle sino a 0,3 g, il recupero di energia avviene attraverso i motori elettrici, che funzionano da alternatori e frenano l’auto.  Tale recupero è attivo anche nelle fasi di rilascio dell’acceleratore, sulla base di tre livelli che si impostano tramite i bilancieri al volante. Per dare un’idea dell’importanza di questa caratteristica basti dire che il valore di recupero nella decelerazione da 100 km/h a zero arriva a 300 Nm e 220 kW di potenza elettrica; il contributo complessivo all’autonomia dell’auto arriva al 30%. Nelle decelerazioni più intense viene scelta direttamente dal veicolo la combinazione in funzione decelerante dei motori elettrici, dei freni meccanici o di entrambi. A migliorare l’efficienza concorrono il disaccoppiamento totale del motore anteriore a velocità costante e l’ottimizzazione dei flussi di raffreddamento della batteria. Sono ben quattro i circuiti dedicati, progettati in modo da non sprecare nulla del calore prodotto e dissipato dalla batteria, considerato che tali funzioni possono migliorare l’autonomia addirittura del 10%.

I due motori elettrici asincroni della 55 quattro, uno per asse, in modalità standard erogano 360 cv e 561 Nm, mentre in modalità Boost (8 secondi), raggiungono 408 cv e 664 Nm. La velocità è limitata elettronicamente a 200 km/h, con accelerazione 0-100 in 5″7. In modalità standard funziona la sola unità posteriore, con l’anteriore che entra in azione quando la potenza richiesta cresce oppure cambia l’aderenza sui due assi. Di serie è presente l’Audi drive select, con sette profili da scegliere in base a preferenze e condizioni stradali. L’altezza dell’auto da terra varia fino a 76 mm, in modo da poter affrontare senza problemi anche percorsi off-road.

L’Audi e-tron Sportback 55 quattro può essere ricaricata in corrente continua (DC) con potenze fino a 150 kW e arrivare in meno di mezz’ora all’80% di autonomia. La versione 50 quattro si ricarica con potenze fino a 120 kW. Presso le colonnine pubbliche di ricarica a corrente alternata AC con potenze standard fino a 11 kW è possibile collegarsi alla rete Audi e-tron Charging Service, con oltre 120.000 punti in 21 Paesi europei. Nel corso del 2020 con la funzione Plug & Charge l’autorizzazione alla ricarica avverrà senza bisogno di schede. Per la ricarica domestica è incluso nella dotazione di serie il sistema di ricarica compact con due cavi elettrici, rispettivamente per prese domestiche da 230 Volt e per trifase da 400 Volt con potenza fino a 11 kW.

Sull’Audi e-tron Sportback debuttano i proiettori a LED Digital Matrix, novità mondiale per una tecnologia che sfrutta milioni di micro-specchi che possono cambiare orientamento fino a 5.000 volte al secondo grazie a un campo elettrostatico. Numerose le applicazioni, da quelle più simili all’intrattenimento, come le animazioni dinamiche Leaving Home e Coming Home proiettate lungo le pareti o al suolo, per passare alla configurazione dell’anabbagliante secondo tre modalità (luce di svolta, marcia in zone urbane, autostrada) e infine a quella degli abbaglianti, ancora più precisa che in passato. Tra le funzioni disponibili troviamo “luce di orientamento” e “luce di carreggiata”: la prima aiuta a mantenere il centro della strada anche in prossimità di eventuali strettoie mentre la seconda illumina la sede stradale in tutta la sua ampiezza. In abbinamento al sistema Night Vision opzionale è disponibile la funzione di “luce segnaletica”, che illumina i pedoni presenti a bordo strada. La chiave Audi connect opzionale, infine, permette di accedere all’Audi e-tron Sportback (apertura e chiusura porte) nonché di avviare l’auto tramite uno smartphone Android, memorizzando sette profili utente e personalizzando fino a 400 parametri.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Audi Q7 TFSIe quattro

Suzuki Vitara
ora anche in versione Katana 

Alpine A110 Rally Blu 2020

Alpine A110 Rally
Il ritorno di un mito