Peugeot 208 GTi 30th Anniversary

La versione celebrativa della compatta sportiva francese adotta un differenziale a slittamento limitato Torsen, sospensioni irrigidite e un’elettronica più permissiva rispetto allo standard. Il 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina passa da 200 a 208 cv

8 cv non bastano per spiegare l’iniezione di cattiveria ricevuta dalla nuova 208 GTi 30th Anniversary. Peugeot ha infatti realizzato una versione celebrativa – ma soprattutto estrema – della propria compatta sportiva.

Analogamente alle 208 GTi “comuni”, la 30th anniversario è mossa da un 4 cilindri in linea 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina accreditato, in configurazione standard, di 200 cv e 275 Nm (28,1 kgm) di coppia, portato però a 208 cv e 300 Nm (30,6 kgm). Unità abbinata, secondo tradizione, a una trasmissione manuale a 6 rapporti. Sin qui nulla di trascendentale. La vera novità è costituita dalla presenza di un differenziale a slittamento limitato Torsen – primizia tecnica ormai desueta – di derivazione RCZ R in luogo del consueto controllo della trazione evoluto. In aggiunta, si ampliano le carreggiate (+22 mm all’avantreno e +16 mm al retrotreno), lo scarico vanta minori valori di retropressione e la finitura della carrozzeria è bicolore. Non passa certo inosservata! Upgrade anche in abitacolo, dove spiccano i sedili Peugeot Sport in tessuto e Alcantara.

L’elettronica è stata adattata in funzione di un utilizzo spiccatamente sportivo, mentre debutta una barra antirollio anteriore maggiorata e collocata in posizione arretrata rispetto allo standard. Quanto alle sospensioni, agli ammortizzatori originali s’abbinano molle elicoidali più rigide. Non meno aggressivo l’impianto frenante che prevede dischi anteriori autoventilanti da 323 mm di diametro sui quali lavorano pinze Brembo a 4 pistoncini. La vettura scatta così da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi contro i 6,8 secondi del modello originale. 208 GTi 30th Anniversary ha debuttato a Goodwood, ma verrà presentata ufficialmente al Salone di Parigi e giungerà nelle concessionarie a novembre 2014.