Peugeot, le novità al Salone di Pechino

Una piccola crossover anticipa la baby-SUV che nascerà sulla base della 208. Se la vedrà con Nissan Juke e Mini Countryman. La propulsione del concept è ibrida

Urban Cross Over Concept: quattro lettere per un guanto di sfida. Così si può interpretare il concept di casa Peugeot esposto per la prima volta ad Auto China 2012. Le rivali sono in prima battuta la Nissan Juke e, in maniera differente, la Mini Countryman.La baby-SUV del Leone non è un concept che anticipa una vettura di serie: piuttosto, è un’idea in (rapida) evoluzione sulla base della neonata 208. Un prototipo che segna una via, e che – in quanto tale – è ancora passibile di cambiamenti sostanziali. Le dimensioni della Urban Cross Over esposta a Pechino sono ridotte: 4,14 metri di lunghezza per 1,74 di larghezza.L’estetica è un lavoro congiunto dei Centri Stile di Parigi, Shanghai e San Paolo: la piccola crossover è destinata al mercato globale, e deve piacere in tutti i continenti. I tratti somatici seguono i recenti canoni stilistici Peugeot: la linea di cintura è alta, i volumi tendenti all’abbondante, il profilo del tetto a onda come sulla coupé RCZ.Il cuore del concept è duplice: un ibrido costituito da un motore elettrico da 37 CV e da un endotermico a benzina da 1,2 litri di cilindrata, capace di 110 CV di potenza massima e 190 Nm di coppia massima. I consumi dichiarati sono di 3,5 litri per 100 km, equivalenti a 80 g di CO2 per km.Probabile che il piccolo SUV di casa Peugeot si svelerà in autunno al Salone di Parigi in veste definitiva; più di una indiscrezione vuole che il debutto sul mercato avvenga già all’inizio del prossimo anno.