Peugeot RCZ R Bimota: DNA racing

Dalla partnership tra Peugeot e la Casa motociclistica Bimota nasce una one off su base RCZ R. Il 1.6 turbo passa da 270 a 304 cv grazie allo scarico racing e al filtro dell’aria conico.

25 gennaio 2015 - 23:01

One off. Un esemplare unico. La coupé francese nasce dalla partnership tra Peugeot e la Casa motociclistica Bimota. Un sodalizio che porta in dote un radicale upgrade destinato al quattro cilindri 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina. Il propulsore di RCZ R vede così passare la potenza massima da 270 a 304 cv grazie alla rimappatura della centralina, allo scarico da competizione, al nuovo catalizzatore sportivo e a un filtro dell’aria conico.

Non meno ricercato l’assetto che, grazie alla competenza dei tecnici della factory riminese, beneficia di un ribassamento di 10 mm e di un’inedita taratura degli ammortizzatori. Potenziato l’impianto frenante, forte di dischi anteriori autoventilanti da 380 mm di diametro sui quali lavorano pinze a quattro pistoncini. Esteticamente, la vettura si contraddistingue per la livrea con i colori che hanno salutato il rientro della Bimota nel Mondiale Superbike. L’abitacolo perde i sedili posteriori e vede la plancia rivestirsi d’Alcantara.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MINI Clubman JCW posteriore

MINI Clubman John Cooper Works, 306 cv con stile. La prova

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]