Porsche 911 Targa: ritorno (quasi) alle origini

911 Targa 991 abbandona il tetto in vetro scorrevole tipico di 993, 996 e 997 in favore di un hard top amovibile elettricamente. Torna in auge lo storico roll-bar che funge da montante centrale. Propulsori identici alle versioni Cabriolet. Confermata la sola trazione integrale

14 gennaio 2014 - 9:01

E venne il Salone di Detroit a dipanare ogni dubbio sulla nuova 911 Targa; uno dei modelli più chiaccherati alla vigilia del motor show americano. Porsche torna alle origini, abbandonando il tetto scorrevole in cristallo, caratteristico delle serie 993, 996 e 997, in favore della storica configurazione mediante hard top amovibile.

991, nel dettaglio, rispolvera la tradizione mutuando dal meno recente passato soluzioni che resero celebri le versioni Targa degli Anni ’70 e ’80 quali il roll-bar in metallo che funge da montante centrale e il lunotto in vetro. Divenendo così una vera e propria instant classic. Tremendamente affascinante. È invece figlio della modernità il sistema elettrico che consente, mediante la pressione di un pulsante, il passaggio dalla configurazione chiusa a quella en plein air. Il lunotto e la relativa porzione inferiore della carrozzeria si sollevano, consentendo al tetto di collocarsi alle spalle dei sedili in meno di 20 secondi.  

Svanita come neve al sole, almeno al momento, l’indiscrezione secondo la quale 991 Targa sarebbe tornata alle 2WD posteriori. Analogamente a 997, la vettura è proposta esclusivamente in abbinamento alla trazione integrale permanente. 911 Targa 4 è mossa dal noto 6 cilindri boxer di 3.436 cc a iniezione diretta di benzina accreditato di 350 cv e 39,8 kgm di coppia che, in abbinamento alla trasmissione a doppia frizione PDK a 7 rapporti e al pacchetto Sport Chrono, consente di scattare da 0 a 100 km/h in 4,8” raggiungendo una velocità massima di 282 km/h. Top di gamma Targa 4S, dotata dell’altrettanto conosciuto – entrambi i motori sono comuni alle versioni Coupé e Cabriolet – 6 cilindri boxer 3.8 da 400 cv e 44,9 kgm, anch’esso a iniezione diretta, che abbinato al cambio PDK e al citato pacchetto Sport Chrono promette uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,4” e una punta massima di 296 km/h. Prestazioni in linea con le “sorelle” Carrera 4/4S Cabriolet.

Il video di presentazione di 911 Targa 991

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]

Peugeot 3008 GT Hybrid4, la variante ibrida plug-in si aggiunge alla gamma