Porsche Cayman GT4: anima racing

Trapianto di cuore per la sorella minore di 911 GT3 che mutua da Carrera S il 6 cilindri boxer 3.8 in configurazione da 385 cv. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi. Cambio manuale a 6 marce.

Ha una sorella maggiore. Che si chiama 911 GT3. Dalla quale ha mutuato una caratteristica fondamentale: la rabbia! Porsche Cayman GT4 è l’interpretazione più estrema della coupé entry level – si fa per dire – della Casa di Stoccarda.PorscheCaymanGT4-007Assetto ribassato di 30 mm rispetto alle Cayman standard e 385 cv erogati dal 6 cilindri boxer 3.8 di derivazione Carrera S. Quest’ultima una prima assoluta, nonché il debutto in posizione centrale – anziché il classico collocamento posteriore a sbalzo – dell’unità solitamente appannaggio della famiglia 911. Meno rivoluzionaria la trasmissione, dato che Cayman GT4 si affida a un classico cambio manuale a 6 rapporti grazie al quale promette di scattare da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi raggiungendo i 295 km/h. Prestazioni da capogiro, dato che 911 Carrera S – forte di 400 cv – non fa meglio di 4,5 secondi e 304 km/h.PorscheCaymanGT4-004L’aerodinamica è quanto di più simile a GT3, basti pensare al generoso alettone fisso e al paraurti anteriore con tre prese d’aria, mentre in abitacolo spiccano sedili specifici in Alcantara/pelle e il volante dalla corona di diametro ridotto. Tra gli optional vi sono alcuni pacchetti tecnici votati ai track day, forti di sedute a guscio in carbonio, impianto frenante carboceramico e telemetria. Il debutto di Cayman GT4 è atteso a marzo al Salone di Ginevra. Prezzo lievemente superiore a 89.000 euro.