2  LIVE  

Arrivata nella seconda metà del 2016, la MINI Clubman JCW ALL4 è un’auto particolare. Lunga, larga e “pompata”, unisce prestazioni eclatanti (accelera da 0 a 100 km/h in soli 6,3 secondi!) a decorose capacità di carico. Una mosca bianca, a metà tra le piccole sportive e le comode station wagon: ecco perché non ha concorrenti dirette.Non fosse altro che per il prezzo, quantomeno impegnativo, visto che si parte da 39.240 euro. Per famiglie sempre di fretta, o single con necessità di spazio extra (e una discreta liquidità), può essere interessante.

Marchio di fabbrica

Le MINI sono sempre state auto dal carattere vispo, non solo per i motori pimpanti, ma per quel “go kart feeling” che traspare ogni volta che se ne impugna il volante. La MINI Clubman JCW ALL4 rincara la dose: sotto al cofano batte il 4 cilindri TwinPower Turbo di 1.998 cc, che eroga 231 cv tra i 5 e i 6.000 giri (350 Nm da 1.450 giri). A gestirlo c’è un cambio manuale a sei rapporti, optional lo Steptronic a otto. 238 km/h di velocità massima, 7,4 litri/100 km nel ciclo misto (6,8 per l’automatico) sono i numeri che raccontano una station wagon davvero brillante. Non basta? Sotto il pronunciato spoiler posteriore, il doppio terminale di scarico assicura un sound ruspante, studiato apposta per la Clubman JCW.

MINI Clubman JCW ALL4 - scarichi
Non piccola

Negli anni la MINI è cresciuta centimetro dopo centimetro e questa Clubman è meno “MINI” che mai: lunga 4.253 mm (7 cm in meno della BMW Serie 1), larga 1.800 mm, alta 1.441 mm, la MINI Clubman JCW ALL4 pesa più del doppio della prima, originale Morris Mini-Minor: 1.475 kg in ordine di marcia (15 kg in più per l’automatica). Il bagagliaio è generoso, considerato il marchio di appartenenza: 360/1.250 litri. La trazione è integrale permanente, come su tutte le versioni ALL4: sull’assale anteriore lavora un differenziale autobloccante elettronico chiamato EDLC (optional), che frena la ruota con minor grip. Le sospensioni hanno uno schema collaudato: MacPherson davanti e Multilink dietro, mentre i cerchi hanno diametro di 18” (optional 19”).

Serve assistenza

MINI Clubman JCW ALL4 - interniI sistemi di assistenza alla guida sono numerosi: ABS, ripartizione elettronica della forza frenante (EBD) e assistenza di frenata in curva (CBC), Dynamic Stability Control (DSC), compensazione del fading e Dynamic Traction Control (DTC). Optional il pacchetto MINI Connected, che consente di collegare lo smartphone all’auto e utilizzare una lunga serie di applicazioni.

Quanto mi costa

La MINI Clubman JCW ALL4 è disponibile in 12 combinazioni cromatiche (4 pastello, 8 metallizzate), tutte con pinze freno rosse griffate JCW (il logo JCW è sparso qua e là tra interni ed esterni), e una chilometrica lista di optional, tra cui la telecamera posteriore, i sensori di parcheggio, il cruise control adattivo, l’impianto audio Harman Kardon e l’Head-Up display. Attenzione, perché il conto può salire parecchio, come nel caso dell’auto in prova, che con questi e altri optional tocca quota 52.200 euro.

Indietro
CONDIVIDI
Alessandro ha 14 anni quando il suo migliore amico si presenta sotto casa con un MBK Booster fiammante, elaborato che manco quelli da trofeo. Ale non sta nella pelle, lo vuole provare subito. L’amico glielo concede raccomandando la massima cautela perché “l’ho appena preso”. La sequenza successiva è: 30 metri con le due ruote a terra, impennata, cappottata e perdita probabile di una amicizia. Da quell’esperienza Alessandro poteva capire due cose: Le moto non facevano per lui. Le moto sarebbero state il suo futuro. Purtroppo ha capito quella sbagliata e ce lo siamo ritrovati a RED. Da quando ha 22 anni, tra un esame e l’altro della facoltà di Ingegneria meccanica (poi terminata con la Laurea) ha iniziato a provare moto di ogni genere: dallo scooter (memore della sua fantastica prima esperienza) alle supersportive da gara, passando per custom, enduro e bagger da 400 kg. Sempre con la voglia di raccontarle e sempre tenendo a mente l’espressione stupita (ancora non sappiamo se felice) del suo amico (incredibilmente rimasto amico) in quel fatidico pomeriggio. Oggi a RED prova e racconta ancora moto di ogni tipo. E non impenna (quasi) più.