Qoros 5: cinese all’europea

Disegnata nel Vecchio Continente, la crossover cinese di medie dimensioni debutta all’Expo. È mossa da un 1.6 turbo benzina da 156 cv. Cambio manuale o a doppia frizione.

20 ottobre 2015 - 9:10

Profeta… fuori patria. Si svela in anteprima mondiale all’Expo di Milano, ma verrà presentata ufficialmente in occasione del prossimo Salone di Guangzhou (20-24 novembre), la nuova Qoros 5, crossover di medie dimensioni Made in Cina.

Anticipata dalla Qoros 3 City Suv e dal prototipo Cross Hybrid Concept, può contare su di uno stile decisamente in linea con i gusti europei; una caratteristica legata alla collocazione del centro design Qoros a Monaco di Baviera e alla dirigenza originaria del Vecchio Continente. Sebbene non siano stati diffusi i dati tecnici ufficiali, è pressoché certo che la vettura adotterà il noto 4 cilindri 16V di 1.598 cc a fasatura variabile alimentato a benzina e proposto in versione sovralimentata mediante turbocompressore, accreditato di 156 cv e 210 Nm di coppia. Propulsore abbinabile a un cambio manuale a 6 marce oppure a una trasmissione a doppia frizione a 6 rapporti.

Gli unici dubbi tecnici riguardano la presenza o meno della trazione integrale e la disponibilità di una variante ibrida. Lo schematismo delle sospensioni dovrebbe ricalcare quanto previsto dalla sorella minore Qoros 3 City SUV, abbinando una soluzione tipo McPherson all’avantreno al ponte torcente al retrotreno, e verrà confermata la servoassistenza elettrica variabile in funzione della velocità per quanto riguarda lo sterzo. La Qoros 5 – che vanta una lunghezza di 4,6 metri, vale a dire 8 cm in più rispetto a Ford Kuga – verrà inizialmente commercializzata in Cina e arriverà nel 2016 in Europa. La dotazione di serie, da tradizione Qoros, includerà il sistema d’infotainment multimediale MMH corredato dello schermo touchscreen da 8 pollici – la cui logica di gestione richiama gli smartphone – e della connettività 3G per la navigazione internet, la condivisione di contenuti mediante social network e il controllo dello stato del veicolo. Il tutto mediante siti web e app dedicati.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Nuova Opel Corsa, le prime foto ufficiali

Coyote, sicurezza stradale verificata. Appuntamento ad Autopromotec

Bollo auto, le Regioni decidono sconti ed esenzioni