Qoros Q3 City Suv: tris cinese

Disegnata in Europa, la crossover derivata dalla 5 porte Hatch è il terzo modello realizzato dalla cinese Qoros. È mossa da un 1.6 turbo benzina da 156 cv. Cambio manuale o a doppia frizione.

24 novembre 2014 - 20:11

Profeta in patria. Presentata al Salone di Guangzhou, la Q3 City Suv completa la gamma media di Qoros, la più europea tra le Case cinesi grazie al centro design di Monaco di Baviera e alla dirigenza originaria del Vecchio Continente. Alla Sedan (berlina) e Hatch (5 porte), si aggiunge così un’inedita crossover.

Unica la motorizzazione disponibile, vale a dire un 4 cilindri 16V di 1.598 cc a fasatura variabile alimentato a benzina e proposto in versione sovralimentata mediante turbocompressore, accreditato di 156 cv e 210 Nm di coppia. Propulsore abbinabile a un cambio manuale a 6 marce oppure a una trasmissione a doppia frizione a 6 rapporti. Ne conseguono uno scatto da 0 a 100 km/h in, rispettivamente, 10,1 e 10,8 secondi, a fronte di una percorrenza media di 14,7 (14,5) km/l. Identico a 3 Hatch lo schematismo delle sospensioni tipo McPherson all’avantreno e a ponte torcente al retrotreno, così come lo sterzo a servoassistenza elettrica variabile in funzione della velocità.

Lunga 445 cm, ha dimensioni pressoché identiche alla “sorella” a 5 porte; ciò che cambia maggiormente è l’altezza da terra, incrementata di 16 mm. La dotazione di serie, da tradizione Qoros, include il sistema d’infotainment multimediale MMH corredato di uno schermo touchscreen da 8 pollici – la cui logica di gestione richiama gli smartphone – e della connettività 3G per la navigazione internet, la condivisione di contenuti mediante social network e il controllo dello stato del veicolo. Il tutto mediante siti web e app dedicati.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Seat Ibiza, Arona e Tarraco: in arrivo nuove motorizzazioni 

Mazda EV, una prima volta… elettrica

Nissan IMk, il concept cittadino ispirato alla cultura giapponese