Range Rover Velar SVAutobiography Dynamic Edition
Il regno del lusso

Il motivo per cui è nata la divisione Special Vehicle Operations: V8 con compressore da 550 cv e tanta opulenza. A 112.660 euro

5 febbraio 2019 - 12:59

Gli aggettivi e le similitudini “auliche” si sprecano già con la Velar vulgaris. Figuriamoci con la Range Rover Velar SVAutobiography Dynamic Edition, versione speciale allestita dai maghi della sezione Special Vehicle Operations. Una SUV nobile, che fende la strada come farebbe un motoscafo d’altura con il mare.

La forza del compressore

D’altronde, a spingere questa Velar in edizione limitata (sarà disponibile solo nel 2019) c’è un V8 benzina da 5 litri sovralimentato da un compressore Twin Vortex e con doppia fasatura variabile: sulla carta fanno 550 cv e 680 Nm a 2.500 giri. Con un sound accordato alla perfezione, si legge nel comunicato, grazie all’impianto più leggero di 7,1 kg e dotato di valvole per donare alla Velar l’inconfondibile timbrica del V8.

Calibrazione dedicata

La trazione integrale della SVAutobiography Dynamic Edition ha ora una nuova scatola di rinvio per supportare le intemperanze dei 550 cv, mentre il fine tuning di sospensioni pneumatiche, sterzo, cambio automatico a 8 rapporti (ora con barre antirollio) e calibrazione motore hanno richiesto qualcosa come 63.900 ore di lavoro extra. Inoltre, per gestire i 274 km/h di punta su un’auto che pesa pur sempre 2.160 kg a vuoto sono arrivati freni maggiorati, con 395 mm di diametro davanti e 396 dietro.

Una tipa di classe

Da fuori, la Range Rover Velar SVAutobiography Dynamic Edition si riconosce per i cerchi da 21” (da 22” a richiesta), per i paraurti specifici, l’alettone posteriore e la tinta bicolore con il tetto e i montanti neri, senza dimenticare gli ipertrofici quattro scarichi posteriori integrati nel diffusore. In abitacolo, invece, un trionfo di pelle con lavorazioni ad hoc anche per la plancia, sedili con funzione massaggio e un volante specifico.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Prova nuova BMW Serie 3, con la Giulia nel mirino

Multispazio: le 10 migliori auto per gli sportivi

MINI Swind E, quando la storica ha la coscienza pulita