Renault Mégane RS 275 Trophy: guarda ai track day

Edizione limitata della media sportiva francese, può contare su telaio Cup e dotazioni destinate all’utilizzo in pista quali i pneumatici Michelin semi slick e gli ammortizzatori Öhlins Road&Track. Il 2.0 turbo eroga 275 cv. Scarico Akrapovič in titanio e carbonio

14 maggio 2014 - 14:05

È una delle medie sportive più efficaci. Un punto di riferimento tra le trazioni anteriori per reattività, precisione e cattiveria. Forte di un 4 cilindri in linea 2.0 turbo benzina da 265 cv e 360 Nm (36,7 kgm) di coppia, ora viene proposta nella versione a tiratura limitata 275 Trophy.

Il nome lascia intuire – anche a quanti non sono astuti come faine – come il propulsore eroghi 275 cv. Più precisamente a 6.800 giri/min: un regime sensibilmente più elevato rispetto alla vettura standard, accreditata di 265 cv a 5.500 giri. Caratteristica che suggerisce una maggiore propensione del 2.0 turbo a inchiodare l’ago del contagiri in zona rossa. Invariate, invece, coppia, percorrenza media (13,3 km/l) e trasmissione manuale a 6 rapporti. Più che sull’incremento della cavalleria – contenuto in 10 cv –, la versione 275 Trophy può contare sul telaio Cup di serie, optional a 1.700 euro per RS standard. Dotazione tecnica che, nel dettaglio, porta in dote differenziale a slittamento limitato, barre antirollio di diametro maggiorato, ammortizzatori più rigidi del 15% e impianto frenante Brembo forte di dischi autoventilanti e baffati da 340 mm di diametro all’avantreno e 290 mm al retrotreno sui quali agiscono pinze (in rosso) rispettivamente a 4 pompanti e mono pistoncino.

Quando osservate qualsiasi curva automaticamente vi appare un cordolo interno? Se non avete ingoiato il proiettore dell’Head-Up display, allora siete “semplicemente” malati di pista. In quest’ultimo caso accantonate la lavanda gastrica e concentratevi sui pacchetti per l’utilizzo in circuito. È possibile optare per le coperture semi slick Michelin Pilot Sport Cup 2 e per gli ammortizzatori dello specialista svedese Öhlins appartenenti alla serie Road&Track, ovvero dotati di valvole a doppio flusso in grado di garantire il medesimo smorzamento tanto in compressione quanto in estensione. Caratteristica resa possibile dall’uniforme scorrimento del fluido interno in entrambe le direzioni, così che le sospensioni “digeriscano” rapidamente le imperfezioni dell’asfalto e i pneumatici recuperino immediatamente la massima aderenza con il terreno.

Volete passare inosservati? Comprate una Punto. Mégane RS 275 Trophy non fa nulla per dissimulare la propria aggressività. Spiccano, in particolare, le scritte identificative in corrispondenza di splitter e montanti posteriori, replicate lungo i battitacco, e i cerchi in lega da 19” – in luogo degli originari da 18” – Speedline Turini neri, derivati dalle Mégane da competizione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]

Peugeot 3008 GT Hybrid4, la variante ibrida plug-in si aggiunge alla gamma