Doveva accadere. Era inevitabile. Dopo il passaggio della “cugina” Volkswagen Polo GTI dal rabbioso 4 cilindri 1.4 16V a iniezione diretta di benzina a doppia sovralimentazione – compressore volumetrico e turbo – al meccanicamente più semplice 1.8 TSI, anche Seat Ibiza Cupra era chiamata alla medesima trasformazione. Un’evoluzione puntualmente verificatasi in vista del Salone di Francoforte.

SeatIbizaCupra-001

Con il pensionamento del 1.4 TSI in favore del nuovo quadricilindrico 1.8 16V a benzina sovralimentato mediante turbocompressore, potenza e coppia crescono rispettivamente da 180 cv e 250 Nm a 192 cv e 320 Nm. Vale a dire 12 cv e 70 Nm in più rispetto al vecchio modello. 1.8 TSI – già ampiamente utilizzato da Audi in configurazione da 180 cv – caratterizzato dalla doppia strategia d’iniezione: diretta a una pressione di 200 bar come standard, indiretta, ovvero nel collettore d’aspirazione, ai carichi parziali. Propulsore forte della fasatura variabile e abbinato alla trasmissione a doppia frizione DSG a 7 marce o a un classico cambio manuale a 6 rapporti. Quest’ultimo una novità, non essendo previsto per la precedente generazione.

SeatIbizaCupra-003

La nuova Ibiza Cupra scatta così da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi – 2 decimi in meno rispetto al passato – e raggiunge i 235 km/h a fronte di una percorrenza media di 16,7 km/l; un consumo pressoché identico al vecchio modello, accreditato di 16,9 km/l. La dotazione tecnica di serie prevede i cerchi in lega da 17 pollici e il sistema di trazione evoluto XDS che, tramite interventi mirati sulle singole pinze dei freni, simula l’azione di un differenziale autobloccante. In aggiunta, sono disponibili le Selective Suspension, vale a dire gli ammortizzatori a regolazione elettronica, abbinate all’inedito Drive Profile: premendo un tasto, assumono una connotazione più aggressiva l’erogazione del motore, la servoassistenza dello sterzo, il sound allo scarico e la logica di gestione del cambio a doppia frizione (qualora presente).

SeatIbizaCupra-004

Analogamente al recente restyling d’Ibiza, anche Cupra beneficia di nuove luci diurne a LED e della seconda generazione del sistema Easy Connect, compatibile con gli standard MirrorLink e Full Link che permettono di replicare le app degli smartphone – con tecnologia sia Apple CarPlay sia Android Auto – sul display della vettura. Curato, infine, il reparto sicurezza; la compatta spagnola adotta di serie il riconoscimento della stanchezza del conducente e la frenata anti collisione multipla che, dopo un impatto, interviene arrestando il veicolo per evitare ulteriori urti.