Skoda Fabia MY17: a Ginevra con il 1.0 TSI da 95 o 110 cv

6 marzo 2017 - 14:03

Non c’è modello Skoda che non si presenti con delle novità al Salone di Ginevra. Dopo la rivisitazione della Rapid Spaceback e della berlina/wagon Octavia, affiancate dal debutto della SUV Kodiaq Scout, ecco che anche la compatta Fabia si presenta sulle sponde del lago Lémano con contenuti inediti e… “un pensionamento”.

Archiviato il 1.2 TSI da 90 cv
Bye bye 4 cilindri 1.2 TSI. Il quadricilindrico turbo a iniezione diretta della benzina cede il posto al più moderno tre cilindri 1.0 TSI 12V, proposto negli step da 95 cv e 160 Nm di coppia oppure da 110 cv e 200 Nm. Livelli di potenza in entrambi i casi superiori ai 90 cv appannaggio del vecchio 1.2 a fronte di un contenimento medio del 6% dei consumi sul quale influiscono positivamente la riduzione di 10 kg del peso del propulsore, complici il basamento in alluminio e l’assenza di contralberi di equilibratura, l’adozione di una pompa dell’olio a portata variabile e l’incremento da 200 a 250 bar della pressione d’iniezione del carburante.

23,2 km/l per la versione da 95 cv del 1.0 TSI
Il 1.0 TSI da 95 cv consente a Fabia in configurazione berlina – è disponibile anche in versione wagon – di scattare da 0 a 100 km/h in 10,6 secondi facendo registrare al contempo una velocità massima di 185 km/h e una percorrenza media di 23,2 km/l. Prestazioni degne di nota e superiori a quanto garantito dal precedente 1.2 TSI, forte rispettivamente di 10,9 secondi, 182 km/h e, soprattutto, 21,3 km/l. Una supremazia confermata dallo step da 110 cv del tricilindrico che, a un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,5 secondi, abbina una punta di 196 km/h e una percorrenza di 22,7 km/l. La quadratura del cerchio.


Cambio a doppia frizione per lo step da 110 cv
Il nuovo 3 cilindri 1.0 TSI è abbinabile a un cambio manuale a 5 marce o, limitatamente allo step da 110 cv, a una trasmissione automatica a doppia frizione a 7 rapporti. Una dotazione tecnica non prevista nel caso del vecchio 1.2 TSI. Un’innovazione che si accompagna, in vista del 2017, a un generale arricchimento degli equipaggiamenti della Fabia. Il reparto sicurezza, ad esempio, si avvale di 6 air bag, dell’ESP e dell’ABS, del sistema di controllo della trazione evoluto XDS+ oltre che, in funzione degli allestimenti, del monitoraggio del traffico, della frenata automatica d’emergenza, del cruise contro adattivo, della rilevazione della stanchezza del conducente, della lettura della segnaletica stradale e dell’assistenza alla partenza in salita. Non meno interessante la disponibilità dei sensori di parcheggio anteriori e posteriori, dell’accesso hands free all’abitacolo grazie alla chiave a transponder e di un moderno impianto multimediale che, grazie al sistema Care Connect, consente di essere sempre connessi per ricevere in tempo reale le informazioni sul traffico, il meteo, la presenza di distributori e officine o la prenotazione di alberghi e ristoranti.


Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Audi e-tron

Audi e-tron, upgrade tecnico in nome dell’efficienza

Auto, le idee regalo per il Natale 2019

Monza Rally Show 2019