SsangYong Tivoli: al cuore del mercato

La nuova crossover compatta coreana s’ispira all’Italia nel nome e mira a conquistare un ruolo di rilievo nell’affollato segmento B. Sarà proposta a trazione sia anteriore sia integrale.

26 novembre 2014 - 12:11

Come la cucina fusion combina elementi associati a differenti tradizioni per produrre piatti non riconducibili ad alcun filone culinario, così la coreana SsangYong attinge al patrimonio artistico italiano per la denominazione della futura crossover di piccole dimensioni, attesa in Europa nella prima metà del 2015.

 

Tivoli, questo il nome del nuovo modello, si scontrerà frontalmente con Fiat 500X, Opel Mokka, Peugeot 2008 e Renault Captur, con l’ambizione di divenire la vettura commercialmente più rilevante per il costruttore coreano che mira a venderne 100.000 esemplari l’anno. Frutto di uno sviluppo durato tre anni, è probabile sia dotata dei nuovi 1.6 a benzina e gasolio adottati dalle concept XIV, abbinati a trasmissioni manuali o automatiche a 6 rapporti così come alla trazione anteriore o integrale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Peugeot 208 Allure Navi Pack

Peugeot 208
più ricca con la serie Allure Navi Pack

Nissan gamma N-Tec Micra Qashqai X-Trail 2020

Nissan gamma N-Tec 2020, stile e tecnologia

Nuova Renault CLIO

Renault Clio arriva il motore 1.0 GPL