Subaru Legacy 2015: come prima, più di prima

Tradisce il prototipo presentato a Los Angeles crescendo di circa 7 cm rispetto al passato anziché di 20 cm come annunciato. Negli States sarà mossa da due boxer a benzina: 4 cilindri 2.5 da 175 cv e 6 cilindri 3.6 da 256 cv

25 anni di storia. 6 generazioni. Subaru Legacy. La berlina nipponica si rinnova radicalmente. Con un piccolo inganno.

Durante l’unveiling del prototipo, la Casa nipponica dichiarò che la vettura sarebbe cresciuta sino a 4,93 metri, vale a dire 20 cm in più rispetto al modello precedente, potendo oltretutto contare su di un interasse di 2,88 m: maggiorato di 13 cm qualora paragonato all’antenata. Nulla di più falso! Ora che sono stati diffusi i dati ufficiali si apprende infatti che Legacy 2015 cresce di solo 6,6 cm rispetto al passato, attestandosi a 4,80 m, laddove il passo non muta di un millimetro: 2,75 m. Una “lievitazione” meno marcata di quanto annunciato, tale da allineare la berlina nipponica alla temibile rivale Volkswagen Passat (4,77 m), laddove le ammiraglie Skoda Superb e Volvo S80 si confermano più grandi, potendo rispettivamente contare su 4,83 e 4,85 m.

Berlina sì, ma con una linea filante, possente, in grado di evocare una coupé. Se solo avesse rispettato gli stilemi del prototipo mostrato a Los Angeles… Legacy, in realtà, non rinnega il passato confermandosi una vettura sobria, tutt’altro che sportiva. Il frontale è caratterizzato dall’inedita griglia esagonale, lievemente più aggressiva di quanto adottato dai modelli attualmente in produzione, nonché da gruppi ottici affilati e da una generosa presa d’aria all’estremità inferiore del paraurti. Affinamenti anche in abitacolo, con la plancia forte di un layout moderno e gli ingombri di tunnel e consolle superiori al passato. Decisamente curato il reparto sicurezza corredato d’avviso d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco, avvertimento di superamento involontario della linea di corsia, luci di svolta, cruise control adattivo e frenata automatica in caso di collisione imminente.

Sul mercato americano sarà disponibile con un 4 cilindri boxer (a pistoni contrapposti orizzontali) 16V di 2.498 cc a benzina da 175 cv e 24,1 kgm di coppia oppure con un 6 cilindri boxer 3.6 24V da 256 cv e 34,2 kgm, sempre alimentato a benzina. Entrambi i propulsori lavorano in abbinamento alla trasmissione automatica a variazione continua Lineartronic in grado di simulare, qualora si opti per la gestione mediante levette al volante, la presenza di 6 rapporti. Da tradizione Subaru, la trazione è integrale permanente. Un must. Non resta che attendere le specifiche per l’Europa…