Subaru Levorg: la wagon si veste da sportiva

La Casa delle Pleiadi debutta nel segmento delle familiari sportiveggianti con una concept mossa da una coppia d’inediti 4 cilindri boxer turbo a iniezione diretta di benzina: 1.6 da 170 cv e 2.0 da 300 cv. La trazione? Integrale permanente, secondo tradizione

Una wagon dall’indole sportiveggiante, che coniughi prestazioni, comfort, discreta capacità di carico e piacere al volante. Audi e BMW hanno costruito intorno a questa formula gran parte dei propri successi. D’ora in avanti avranno una nuova rivale: Subaru.

Levorg è l’acronimo di LEgacy eVOlution touRinG. Levorg è, soprattutto, la nuova sport tourer della Casa delle Pleiadi. Derivata, come suggerito dal nome stesso, dalla wagon Legacy, può contare su di una coppia d’inedite motorizzazioni. Ovviamente boxer, ovvero a pistoni contrapposti orizzontali, come da tradizione per il costruttore nipponico. I due propulsori condividono il frazionamento, sono entrambi a 4 cilindri, la distribuzione, a 4 valvole per cilindro, l’iniezione diretta di benzina e la sovralimentazione mediante turbocompressore a gas di scarico. Divergono per la sola cilindrata. Nel primo caso si tratta di un 1.6 da 170 cv e 25,5 kgm di coppia che promette una percorrenza media di 17,4 km/l, nel secondo di un 2.0, derivato dall’unità al debutto con WRX 2014, accreditato di 300 cv e 40,8 kgm a fronte di 13,2 km con un litro di carburante.

Analogamente alla berlina sportiva WRX MY14, presentata in occasione del Salone di Los Angeles, Levorg adotta il sistema di gestione del motore SI-Drive che permette di selezionare diverse mappature influenzando la quantità di benzina iniettata nei cilindri, l’anticipo d’accensione e la fasatura della distribuzione. Entrambi i propulsori lavorano in abbinamento alla trasmissione automatica a variazione continua Lineartronic (Sport Lineatronic per Levorg 2.0) in grado di simulare, qualora si opti per la gestione mediante levette al volante, la presenza di 8 rapporti. Da tradizione Subaru, la trazione è integrale permanente.

Svelata in occasione del Tokyo Motor Show, tecnicamente è una concept, ma, analogamente a WRX 2014, entrerà in produzione con poche, o nulle, modifiche rispetto allo stato attuale.