Suzuki S-Cross 1.6 DDiS DCT: tassello mancante

La crossover nipponica in configurazione td è ora disponibile anche con la trasmissione a doppia frizione DCT a 6 rapporti. Prezzi da 27.000 euro.

13 agosto 2015 - 22:08

Mancava. E ora non manca più. L’abbinamento tra propulsore td e cambio automatico costituiva il tassello vacante della gamma S-Cross. Suzuki ha posto rimedio a questa smagliatura introducendo la trasmissione a doppia frizione DCT.

Oltre all’omologazione Euro 6 e alla tecnologia Start&Stop di serie per l’unità 1.6 td 16V, la crossover nipponica può fregiarsi del cambio DCT caratterizzato da 6 rapporti e dall’accoppiamento con la trazione integrale AllGrip che permette d’optare, mediante un apposito comando a rotella, per le modalità di marcia Auto, Sport, Snow e Lock. Cambio a doppia frizione riservato, nel dettaglio, all’allestimento Cool, proposto a partire da 27.000 euro.

Complice il 4 cilindri 1.6 td 16V da 120 cv, S-Cross con trasmissione a doppia frizione percorre mediamente 22,2 km/l. Un risultato degno di nota, solo lievemente inferiore a quanto dichiarato optando per il tradizionale cambio manuale a 6 marce (22,7 km/l). La dotazione di serie dell’allestimento Cool include i cerchi in lega da 17 pollici, i retrovisori laterali elettrici riscaldabili, i fendinebbia, i vetri posteriori oscurati, il climatizzatore automatico bizona, l’impianto audio CD/Mp3 Bluetooth con presa USB e il divanetto frazionabile 40/60 oltre agli immancabili ABS, ESP e 7 air bag.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

BMW Concept R18, la cruiser del 2020 è servita

Share Now
Smart Fortwo Cabrio in città

Alfa Romeo
Giulia Quadrifoglio
in oro per la 1000 Miglia