Suzuki Vitara 2015: rivoluzione soft

La nuova SUV nipponica rinnega il passato da 4×4 nuda e pura, strizzando l’occhio all’utilizzo su asfalto. Mutua il sistema di trazione integrale dalla crossover S-Cross. Sarà disponibile anche in versione 2WD.

Suzuki Vitara: un nome entrato nella storia dell’automobilismo. Una vettura con l’off road nel sangue. Un’icona tra le 4×4. Se il primo esemplare risale al lontano 1988, l’ultima versione appartiene a un decennio fa; impossibile negare che sia giunto il tempo di un’erede. Verrà sostituita dall’inedito modello 2015, la cui presentazione è attesa in occasione del Salone di Parigi (4-19 ottobre).SuzukiVitara2015-003Una 4×4 nuda e pura. Almeno in passato. Ridotte, generosa escursione delle sospensioni e notevole altezza da terra sono da sempre caratteristiche congenite alla fuoristrada nipponica. Ora, però, cambia tutto. Derivata dalla concept iV-4, presentata al Salone di Francoforte 2013, sarà caratterizzata dalla tecnologia AllGrip 4WD – simile a quanto appannaggio della crossover S-Cross – che permette di scegliere, mediante un apposito comando, tra le modalità di marcia Auto, Sport, Snow/Mud e Lock. Il programma Auto, nel dettaglio, privilegia il risparmio di carburante avvalendosi della trazione anteriore quale impostazione predefinita, con la possibilità di trasferire kgm al retrotreno qualora venga ravvisata una perdita d’aderenza all’avantreno. Sport, diversamente, sfrutta al massimo le 4WD favorendo la ripartizione della coppia verso l’asse posteriore ed esaltando la reattività del motore, mentre Snow/Mud prevede la trazione integrale sempre attiva supportata da uno specifico setting del controllo di trazione. Lock, infine, vede le 4WD abbinate al blocco del rapporto di distribuzione dei kgm 50/50 tra avantreno e retrotreno.SuzukiVitara2015-004 Un’evoluzione in chiave moderna che porterà in dote anche un’inedita configurazione 2WD. Sacrilegio!