Toyota Auris 2015: cuori nuovi

Il restyling della media nipponica porta al debutto il nuovo 1.2 turbo a iniezione diretta di benzina da 116 cv e l’inedito 1.6 td da 112 cv. Linea più accattivante che in passato e ricca dotazione di sicurezza

12 marzo 2015 - 8:03

Una vita in punta di piedi. Sempre senza disturbare. Perenne Cenerentola del segmento B. Ora, però, Toyota Auris sembra pronta al debutto nell’alta società, forte di una linea – finalmente – più accattivante che in passato.

Lanciata nel 2012 e giunta a metà vita, la media nipponica beneficia di un sostanzioso restyling che porta in dote un upgrade a livello tanto stilistico quanto qualitativo. Il frontale è caratterizzato dalla profonda rivisitazione del logo Toyota, decisamente più pronunciato, mentre la linea è segnata da sbalzi accresciuti e dal debutto dei gruppi ottici a LED. Non meno rilevanti gli interventi in abitacolo, dove spiccano la plancia dagli ingombri contenuti – a tutto vantaggio dell’abitabilità anteriore –, oltretutto forte di rivestimenti morbidi al tatto, e l’inedito display a colori da 4,2 pollici al centro della strumentazione (di serie per la versione ibrida). Il sistema multimediale Toyota Touch2 porta in dote uno schermo da 7,1 pollici, mentre sono state ridisegnate le bocchette d’aerazione, le maniglie e la cornice del cambio.

Sotto il cofano pulsano tutti motori omologati Euro 6; più precisamente il nuovo 4 cilindri 1.2 turbo a iniezione diretta di benzina da 116 cv e 185 Nm di coppia – abbinabile alla trasmissione a variazione continua Multidrive S – in grado di spingere la vettura da 0 a 100 km/h in 10,1 secondi a fronte di una percorrenza media di 21,3 km/l, e l’altrettanto inedito 1.6 td da 112 cv e 270 Nm che pensiona il “vecchio” 2.0 td da 124 cv. Auris 1.6 D-4D passa da 0 a 100 km/h in 10,5 secondi, raggiunge i 190 km/h e percorre 24,4 km/l. Confermati il 1.4 td da 90 cv e 205 Nm così come il 1.8 benzina abbinato a un’unità elettrica appannaggio della versione ibrida HSD da 136 cv. Quest’ultima forte di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 10,9 secondi e di consumi particolarmente contenuti (28,6 km/l), inferiori al passato (25,6 km/l).

Linea, finiture, motori e… sicurezza. Auris 2015 porta all’esordio il Toyota Safety Sense, vale a dire il pacchetto di tecnologie che include l’arresto automatico in caso di collisione imminente, l’avviso di superamento involontario della linea di corsia, la gestione autonoma degli abbaglianti, il riconoscimento della segnaletica stradale e il cruise control adattivo. Un “restyling” decisamente ricco.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

nuova Honda Jazz prima foto teaser

Nuova Honda Jazz, ecco la prima immagine ufficiale

Opel
Il mercato italiano “trafitto” dal fulmine

SUV elettrici, Volvo XC40 Recharge è il primo del suo segmento