Toyota Auris 2016: ibrido di successo

La media e wagon nipponica beneficia di alcuni affinamenti alla trasmissione CVT, specie in abbinamento al powertrain ibrido da 136 cv. Crescono i servizi connessi al sistema multimediale Touch 2. Sicurezza al top.

Se fosse una canzone di Ligabue, sarebbe “Una vita da mediano”. La Toyota Auris, sebbene in Italia venga erroneamente considerata una Cenerentola del segmento B, ha riscosso in Europa e nel Mondo un grande successo, sorretta dalla versione wagon, denominata Touring Sports, e ancor di più dalla configurazione ibrida, arrivata all’85% delle preferenze nel nostro Paese. Ora si rinnova.ToyotaAuris2016-001Aggiornata esteticamente nel 2015, la Auris Hybrid MY16 può contare su di una trasmissione a variazione continua affinata che promette di scongiurare “l’effetto scooter” a livello tanto acustico quanto d’erogazione, a tutto vantaggio del piacere di guida. Resta invariato l’abbinamento tra il 1.8 a benzina e l’unità elettrica, così da erogare complessivamente 136 cv, scattare da 0 a 100 km/h in 10,9 secondi e percorrere mediamente 26,3 km/l (Auris Touring Sports). Confermato il resto della gamma motori, dato che sotto il cofano della media nipponica pulsano tutti propulsori Euro 6; più precisamente il moderno 4 cilindri 1.2 turbo a iniezione diretta di benzina da 116 cv e 185 Nm di coppia – anch’esso abbinabile al cambio CVT Multidrive S – in grado di spingere la vettura da 0 a 100 km/h in 10,1 secondi a fronte di una percorrenza media di 21,3 km/l, così come il 1.4 td da 90 cv e 205 Nm e il 1.6 td da 112 cv e 270 Nm. Auris 1.6 D-4D, nello specifico, passa da 0 a 100 km/h in 10,5 secondi, raggiunge i 190 km/h e percorre mediamente 24,4 km/l.ToyotaAuris2016-002Sua maestà la multimedialità. Il sistema d’infotainment Touch 2 con schermo da 7,1 pollici, in configurazione Go forte della navigazione satellitare, può contare su nuovi menu e funzioni, l’opzione split-screen e una connessione semplificata alle App dedicate. L’acquisto della vettura porta in dote un abbonamento di tre anni per l’aggiornamento delle mappe e la registrazione gratuita per usufruire delle informazioni sul traffico, gli autovelox, i prezzi dei carburanti nelle aree di rifornimento, il meteo e le applicazioni Google Search, Google Street View, Aupeo!, Aha e Twitter. La versione top di gamma, denominata Go3, è ulteriormente arricchita dai comandi vocali compatibili con lo standard Apple Siri e dalla navigazione 3D.ToyotaAuris2016-010Immancabile, infine, la principale novità portata in dote dal restyling del 2015, vale a dire il sistema Toyota Safety Sense: un pacchetto di tecnologie che include l’arresto automatico in caso di collisione imminente, l’avviso di superamento involontario della linea di corsia, la gestione autonoma degli abbaglianti, il riconoscimento della segnaletica stradale e il cruise control adattivo. Forse non sarà la media/wagon più affascinante sul mercato, ma Auris non difetta certo di contenuti.ToyotaAuris2016-011