Un punto fermo. Pratica, funzionale, ben costruita, sicura, razionale; persino un po’ austera. Criticarne le caratteristiche dinamiche sarebbe come sostenere che Cameron Diaz abbia il fascino di un lavandino. Analogamente al passato, la compatta di Wolfsburg ha il pregio di far sentire a proprio agio chiunque. Immediatamente. Il feeling è istantaneo, il comportamento lineare. Non chiedetele, però, un guizzo alla Paul Gascoigne: è tutt’altro che genio e sregolatezza. Se tornasse a scuola, sarebbe piuttosto la prima della classe: inappuntabile, affidabile, precisa. Una “secchiona”. Forse non la compagna più attraente, ma sicuramente un riferimento per rendimento e dedizione. La posizione di guida è inappuntabile, mentre sotto il cofano pulsa un nuovo 3 cilindri 1.0 12V a benzina aspirato da 75 cv omologato Euro 6, accreditato di 95 Nm di coppia e garante di una percorrenza media di 19,6 km/l. Il tricilindrico VW è un “frullino” degno di rispetto. Muove con sufficiente brio i 1.050 kg di Polo – da 0 a 100 km/h in 14,3 secondi – e ha il pregio di essere scevro da strappi sottocoppia, potendo oltretutto contare su di un’erogazione estremamente regolare e una discreta propensione all’allungo. Non è una scelta povera. Cambio manuale a 5 rapporti. La guida è quanto di più intuitivo: inserimenti in curva discretamente rapidi, scarso sottosterzo e avantreno abbastanza rigoroso nel mantenere la traiettoria impostata. Prezzi da 14.350 a 15.650 euro.

VolkswagenPolo-004

Identikit

Motore: ciclo Otto, 3 cilindri in linea, 999 cc, 12V

Potenza: 75 cv a 6.200 giri/min

Coppia: 95 Nm a 3.000 giri/min

Trasmissione: manuale a 5 rapporti

Peso: 1.050 kg

Rapporto peso/potenza: 14,0 kg/cv

Piacere di guida: 3,5 stelle/5 stelle

Prezzo: da 14.350 a 15.650 euro