Una delle SUV più piacevoli da guidare sul mercato, oltre che una delle best seller della gamma Volkswagen: Tiguan, aggiornata nel lontano 2011, cambia radicalmente e si presenta in un’inedita veste al Salone di Francoforte.

VolkswagenTiguan-006

Una e trina. Come in passato, sarà disponibile in diverse versioni: “normale”, sportiva R-Line e votata all’offroad. Quest’ultima forte di un angolo d’attacco di 26,5 gradi invece dei 18,3° appannaggio della gemella “stradale”. Oltre al design rivisto in chiave sportiveggiante e secondo i più recenti stilemi del Gruppo VW, la novità principale consiste nella realizzazione della vettura sulla base della piattaforma modulare MQB, con un conseguente alleggerimento medio di 50 kg rispetto al passato nonostante l’incremento delle dimensioni. La nuova Tiguan è infatti lunga 4,48 metri (+6 cm) e caratterizzata da un passo di 2,68 metri (+7,7 cm) a fronte di una riduzione dell’altezza di 3,3 cm qualora paragonata al precedente modello. Cresce sensibilmente la capienza del bagagliaio (da 470/1.510 a 615/1.655 litri), correggendo così una “storica” smagliatura della SUV tedesca, e al contempo è annunciato – per il 2017 – il debutto di una variante “lunga” a 7 posti.

VolkswagenTiguan-002

La gamma dei propulsori – tutti omologati Euro 6 – spazia dai turbo a iniezione diretta di benzina TSI da 125, 150, 180 e 220 cv ai turbodiesel common rail con potenze di 115, 150, 190 e 240 cv. La Casa promette una riduzione dei consumi nell’ordine del 24% rispetto al passato. Le versioni entry level sono proposte con la sola trazione anteriore, mentre per i restanti step, da tradizione, è disponibile la trazione integrale 4Motion arricchita del sistema Active Control – gestibile mediante un pomello lungo il tunnel – che permette di optare per quattro setup: Onroad, Snow, Offroad e Offroad Individual. Quest’ultimo programma privo di ausili elettronici, così da lasciare al guidatore il totale controllo del mezzo. Le versioni 4WD portano in dote l’assetto rialzato di 11 mm rispetto allo standard.

VolkswagenTiguan-009

Coerentemente al trend del momento, l’abitacolo è stato ridisegnato valorizzando il display al centro della plancia che consente di gestire l’infotainment, compatibile con i sistemi sia Android sia Apple CarPlay. La strumentazione tradizionale può essere sostituita con quella integralmente digitale di derivazione Audi TT, mentre il reparto sicurezza è decisamente completo, dato che può includere la frenata automatica d’emergenza in caso di collisione imminente, il monitoraggio dei pedoni, il cruise control adattivo, la segnalazione di superamento involontario della linea di corsia e d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco, la telecamera in retromarcia nonché inediti servizi online per conoscere in tempo reale le condizioni del traffico e la disponibilità dei parcheggi. La nuova Volkswagen Tiguan è ancora una SUV compatta? Dotazioni e dimensioni strizzano l’occhio all’alto di gamma…