Volkswagen UP! 2016: lo sport va di moda

La rinnovata city car tedesca può contare su di un 1.0 TSI da 90 cv che le dona un carattere sportiveggiante sinora sconosciuto. Massima interattività con gli smartphone Apple e Android.

24 febbraio 2016 - 17:02

Anche le formiche, nel loro piccolo, si… rinnovano! In occasione del Salone di Ginevra, la city car Volkswagen UP!, giunta a metà carriera, beneficia di un profondo restyling.

Sotto il profilo estetico, sono stati rivisti il frontale e, nello specifico, il paraurti e i gruppi ottici, mentre al retrotreno debutta un’inedita firma luminosa. Le tinte disponibili divengono 13, da abbinare a tre varianti del tetto (a contrasto) e a ben dieci diverse finiture della plancia. Il cambiamento più rilevante in abitacolo è però rappresentato dal sistema d’infotainment Composition Phone con schermo da 5,5 pollici, corredato di telecamera in retromarcia e connettività Bluetooth. Gli smartphone sia Android sia Apple dialogano con la vettura attraverso un’apposita dock station che permette ai device di gestire la navigazione, il display multifunzione, il vivavoce, alcune funzioni secondarie e, nel caso dell’elettrica e-UP!, anche il controllo dei consumi e della ricarica delle batterie. Una svolta hi-tech che, nel caso delle versioni top di gamma, si accompagna alla disponibilità del climatizzatore automatico integrante i sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria. Una dotazione degna d’una berlina di categoria superiore.

La UP! 2016 Raggiungerà le concessionarie durante l’estate e sarà equipaggiata con un nuovo propulsore. Più precisamente il 3 cilindri 1.0 TSI – turbo a iniezione diretta di benzina – da 90 cv e 160 Nm di coppia che donerà alla vettura un carattere sportiveggiante sinora sconosciuto, portando in dote una percorrenza media di 22,7 km/l e, soprattutto, uno scatto da 0 a 100 km/h in 10,0 secondi a fronte di una velocità massima di 185 km/h. Prestazioni in linea con la prima serie della Golf GTI! Il tricilindrico da 90 cv affiancherà il noto 1.0 aspirato a benzina offerto negli step da 60 e 75 cv oltre che in configurazione bifuel (benzina/metano) da 68 cv. Confermata l’elettrica e-UP! da 82 cv, accreditata di un’autonomia di 160 km.

Sette allestimenti, potendo scegliere come in passato tra la carrozzeria a 3 o 5 porte: non cambia sostanzialmente la gamma dell’utilitaria VW, proposta nelle configurazioni Take UP! (entry level), Move UP!, con il sistema d’infotainment Composition Phone di serie, High UP!, forte dell’illuminazione ambientale bianca, dei sedili riscaldati, dei fendinebbia con funzione luci di svolta e del climatizzatore, e Cross UP!, caratterizzata da finiture esterne stile crossover e illuminazione interna arancione. Completano l’offerta le varianti Load UP!, biposto per l’utilizzo commerciale, e Beats, dedicata ai puristi del suono grazie all’impianto audio da 300 Watt con amplificatore a 8 canali. I prezzi attesi dovrebbero essere in linea con gli attuali, a fronte di dotazioni più ricche rispetto al passato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

SsangYong Korando, arriva la versione bifuel  

Kia Stonic, mild hybrid per rispondere alla concorrenza. Le novità punto per punto

volkswagen maggiolino elettrico e-kafer

Volkswagen Maggiolino e Golf I: le comprereste elettriche?