12 libri per 12 mesi

Quando arriva Natale e sale lo stress da regali, chi ha un amico appassionato di bici può tirare un bel respiro di sollievo perché almeno restringe il campo di ricerca e si focalizza su un solo argomento.

Muoversi fra tutti i prodotti che rientrano nei capitoli abbigliamento, accessori e componentistica è come avventurarsi in un labirinto, ma anche noi a Natale ci sentiamo più buoni e vogliamo aiutarvi con un prezioso suggerimento, anzi 12, dai risvolti duraturi e persino culturali…Tutti i libri che vi presentiamo sono acquistabili su Amazon. libri14Le bici di CoppiIl tesoro ritrovato di Pinella De Grandi e la vera storia delle biciclette del Campionissimodi Paolo Amadori e Paolo Tullini191 pagineEdiciclo, 2013Su Fausto Coppi, corridore e uomo, sulle sue imprese e sulla sua morte è stato scritto molto. Poco invece si sa del personalissimo rapporto con le sue bici da corsa. Questo libro, frutto di un’appassionata ricerca e di un sorprendente ritrovamento – i registri di produzione del Reparto Corse Bianchi, appartenuti a Pinella De Grandi, mitico meccanico del Campionissimo -, ha come protagoniste proprio le biciclette da strada e da pista usate da Coppi nel corso della sua carriera. Un volume che costituisce una pietra miliare nel mondo del collezionismo ciclistico e nello stesso tempo un omaggio al mito di Fausto Coppi e alla bellezza classica delle biciclette dell’epoca d’oro del ciclismo. libri2Cinelli. L’arte e il design della bicicletta288 pagineRizzoli, 2012Nel 1948 Cino Cinelli (1916-2001) decide di lasciare il ciclismo professionistico per fondare l’azienda che diverrà il punto di riferimento del settore in Italia e nel mondo. Nel 1978 Cino vende la società ad Antonio Colombo, giovane industriale a capo della Columbus Tubi con la passione per la bicicletta. Colombo infonde nell’azienda il suo approccio visionario con una serie di innovazioni che rivoluzionano il mondo del ciclismo e della bicicletta all’insegna di una fusione perfetta tra tecnologia, design e arte: la Laser, bici da pista resa immortale dall’estro decorativo di Keith Haring, il Rampichino, il progetto Bootleg, la serie RAM e le recenti bici a scatto fisso di Mash. Il volume si apre con una conversazione tra Antonio Colombo e lo stilista Paul Smith e presenta tutti i principali prodotti che hanno fatto la storia del marchio Cinelli con contributi dei corridori Felice Gimondi e Gilberto Simoni e degli artisti e designer Mike Giant, Barry McGee e Benny Gold. libri3L’eroicaStorie, imprese e sogni sulle strade bianchedi Giancarlo Brocci192 pagineGiunti Editore, 2014L’Eroica, cicloturistica d’epoca che si svolge la prima domenica di ottobre con partenza da Gaiole in Chianti, è nata dall’amore di Giancarlo Brocci per gli impareggiabili scenari delle colline toscane e per il ciclismo dei pionieri, austero e genuino. Questo libro ne ripercorre la storia, che per un intero popolo di cultori della poesia della fatica è già leggenda. Nei bar e nei circoli del Chianti di mezzo secolo fa, dove ancora risuonava l’eco delle imprese di Bartali e Coppi, ha inizio il racconto. Che poi continua, nella parabola di Brocci, come consapevole ricerca e insieme coraggiosa riproposizione dei valori alle radici di uno sport tanto duro quanto popolare. Animati da questa solida passione, Giancarlo Brocci e i suoi compagni d’avventura hanno scritto negli ultimi vent’anni nuove pagine dell’epica del ciclismo: dalla Gran Fondo “Gino Bartali”, pensata per lanciare il Parco Ciclistico del Chianti, a L’Eroica, che ha dato il via in Italia e nel mondo a un movimento sempre più vasto e a un’autentica moda, passando per i recenti fasti de L’Eroica professionisti e l’esperienza utopica del Giro Bio (Giro d’Italia dilettanti). libri1Bike Mechanicdi Rohan Dubash272 pagineBloomsbury Publishing, 2014Bike Mechanic è un dietro le quinte su quanto i meccanici professionisti debbano lavorare per far sì che i loro corridori possano pedalare veloci e, soprattutto, sicuri. I primi ad alzarsi il mattino e gli ultimi ad andare a letto la sera, quello del meccanico è un lavoro duro e nell’ombra, lontanissimo dal glamour del podio. L’autore ha seguito nelle ultime stagioni diversi team professionistici, raccogliendo centinaia di stupende immagini ed esperienze di vita “on the road”. Il libro offre anche una sezione dedicata ai trucchi e ai consigli, ricca di interviste che svelano segreti e aneddoti curiosi. libri7Lanterne Rougedi Max Leonard272 pagineYellow Jersey Press, 2014Lanterne rouge: Francese/sostantivo 1. La lanterna rossa appesa all’ultimo vagone del treno 2. Il corridor che termina in ultima posizione al Tour de France. Se porti a termine una gara di 3.000 km, superando montagne e pedalando nelle più severe condizioni atmosferiche, sopportando fatiche fisiche e psicologiche, cercando di farlo nel più breve tempo possibile, puoi essere definito “perdente”? E se la tua sconfitta fosse stata utile alla vittoria di un tuo compagno? E se ad altri è mancata la determinazione per finire? E se avessi cercato di arrivare ultimo? Nibali, Froome, Wiggins, Merckx… Conosciamo bene i nomi dei vincitori del Tour, ma Lanterne Rouge racconta le storie dimenticate, spesso ricche di ispirazione e a volte assurde, degli ultimi classificati. Abbiamo scoperto di vincitori di tappa o maglie gialle che hanno gustato la vita agli antipodi del gruppo; di fuggitivi che, fermatisi per una bottiglia di vino, hanno poi sbagliato strada; del corridore dopato il cui cocktail micidiale lo ha rallentato invece di spingerlo o di quello che, seppure arrivato dietro tutti, è stato giudicato il più combattivo. Lanterne Rouge capovolge il Tour de France e svela ciò che queste storie raccontano di noi stessi, il 99% di quelli che non vincono il trofeo, e ci spinge a riesaminare il significato di vittoria, sconfitta e la vera natura dello sport. libri4Etapedi Richard Moore352 pagineHarper Collins Publishers, 2014In Etape, l’apprezzatissimo autore Richard Moore, accompagna i lettori in un virtuale Tour de France, in cui ciascun capitolo è focalizzato su un singolo corridore in una singola tappa che ha contribuito alla storia della corsa francese. Una storia vista attraverso gli occhi dei protagonisti: campioni e gregari, stelle e comparse. Etape raccoglie esclusive interviste a Mark Cavendish, Lance Armstrong, Eddy Merckx, Bernard Hinault, Greg LeMond, David Millar, Chris Boardman e molti altri corridori di oggi e del passato. Attraversa sei decadi raccontando il mistero, la bellezza e la pazzia della più affascinante corsa a tappe del mondo. Il libro narra il famoso debutto di Boardman, nel 1994, le migliori e peggiori tappe di Cavendish, la vittoria carica di emozione di Armstrong a Limoges, nel 1995 e quella drammatica e “drogata” di Luz Ardiden, otto anni più tardi, ma anche le tappe rese mitiche dai giganti del ciclismo: il tour più duro di Merckx, il viaggio all’inferno di Hinault, il ritorno di LeMond dopo essere quasi morto e il tragico dominio di Pantani in quella che è stata la più controversa edizione del Tour. Etape porta il lettore dalle Alpi ai Pirenei, dalle pianure assolate del midi al pavé umido del nord, dande una luce nuova a eventi familiari, svelando segreti e raccontando storie mai sentite, confermando che nessuna gara come il Tour è un palcoscenico di coraggio, scandali, abilità e drammi, capace di creare miti e leggende immortali. libri9Merckx 69Celebrating the World’s Greatest Cyclist in His Finest Yeardi Jan Maes e Tommy Stouken, prefazione di Eddy Merckx180 pagineBloomsbury Pub Plc USA, 2015Merckx 69 racconta del “Cannibale” nella stagione 1969, considerato l’anno migliore di tutta la carriera di Eddy Merckx. Scritto da un suo caro amico, questo bellissimo libro raccoglie fotografie inedite di Tommy Stouken, che ha passato la maggior parte del 1969 seguendo Merckx nel corso di quella epica stagione di corse. Contiene una prefazione scritta dallo stesso Eddy Merckx e rappresenta un peana nei confronti di uno dei grandissimi del ciclismo, proprio nell’anno del suo 69esimo compleanno. libri6Goggles & DustImages from Cycling’s Glory Daysdi Shelly Horton e Brett Horton106 pagineVelopress, 2014Goggles & Dust è una straordinaria collezione di oltre 100 stupende fotografie che raccontano l’apogeo del ciclismo su strada, attraversando gli Anni 20 e 30. Un libro che celebra la grinta e la determinazione dei pionieri che hanno scritto i record e i primi capitoli della storia delle più famose competizioni europee. Lo spirito di questi corridori era forse pari solo alla tenacia dei fotografi che li seguivano in tutte le situazioni, in ogni condizione, a qualsiasi altitudine e latitudine per scattare immagini indimenticabili della loro vita in sella e giù dai pedali. Panorami alpini, rovinose cadute, celebrazioni idilliache… Queste immagini sapientemente restaurate e quasi tutte inedite dalla loro prima pubblicazione sui giornali dell’epoca, offrono un delizioso e indelebile ricordo di tempi avventurosi e più spensierati. libri1350 nuove salite in biciclettaLa guida alle più segrete e indimenticabili arrampicate ciclistiche d’Europa223 pagineRizzoli, 2014Ideale seguito di “Salite in bicicletta”, una nuova raccolta di salite su strade e passi di montagna meno note ma altrettanto impegnative e spettacolari. Dalle altitudini da apnea della Ötztaler Gletscherstrasse (2.829 m) in Austria al monte Catria, salita prediletta da Marco Pantani e sua consueta palestra di allenamento, passando per il lato “segreto” della leggendaria Alpe d’Huez, “50 nuove salite in bicicletta” presenta una serie di ascese in paesaggi incantevoli, fuori dai percorsi più battuti e già solo per questo allettanti per qualunque ciclista. Daniel Friebe ricostruisce, spesso attraverso la viva voce dei protagonisti come Fabian Cancellara, Gilberto Simoni e Carlos Sastre, aneddoti ed episodi che hanno reso leggendarie nel mondo del ciclismo professionistico queste salite, alternandoli con il racconto delle imprese altrettanto ardue dei primi alpinisti su quelle stesse montagne. Alcune delle salite sono ben note a tutti gli appassionati, altre sono considerate troppo difficili per essere incluse in una gara ufficiale, altre ancora sono tanto defilate che rimangono sconosciute anche a chi abita ai loro piedi. Quel che è certo è che tutte e cinquanta rappresentano per ogni amante della bicicletta una sfida tanto irresistibile quanto memorabile. libri11The Monuments: The Grit and the Glory of Cycling’s Greatest One-day Races Paperbackdi Peter Cossins416 pagineBloomsbury Publishing, 2014Il Tour de France può regalare fama e Gloria, ma sono le gare di un giorno che danno il piacere più grande a un corridore. Le più dure, le più lunghe e le più sporche di tutte sono le cosiddette corse “Monumento”, le cinque leggendarie classiche che possono essere paragonate ai major del golf e agli slam del tennis. Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi, Giro di Lombardia… gare centenarie, ciascuna di esse una sorta di anomalia nello sport di oggigiorno, l’equivalente a pedali del GP di Montecarlo. Hanno attraversato il tempo senza perdere la loro natura brutale, dai micidiali tratti di pavé della Parigi-Roubaix alla pendenza assurda delle hellingen del Giro delle Fiandre, ciascuna di esse è unica come i corridori che le hanno vinte. In cento anni, solo Eddy Merckx e Rik Van Looy sono stati capaci di aggiudicarsele tutte e cinque. In “The Monuments”, Peter Cossins racconta la storia di queste corse straordinarie e dei corridori che le hanno rese immortali. libri12Pantani era un diodi Marco Pastonesi245 pagine66th and 2nd, 2014In quasi dieci anni di professionismo Marco Pantani ha vinto poco più di una trentina di corse, un bottino modesto se paragonato a quelli di Coppi o Merckx, Moser o Cipollini. Eppure il Pirata ha conquistato la storia e il popolo del ciclismo come da tempo nessuno riusciva a fare. Perché era uno scalatore che veniva dal mare. Perché è decollato sul Mortirolo e sul Galibier ma è precipitato nella cocaina e nella depressione. Perché inseguiva l’amore ma finiva a puttane. Perché era un uomo solo. Nel decennale della scomparsa, Marco Pastonesi ricostruisce la carriera di Pantani raccogliendo le testimonianze inedite di chi lo ha frequentato da vicino: i suoi gregari, i dirigenti sportivi, gli amici delle piadinerie. Una polifonia di voci inattese che restituiscono la Romagna da cui non si è mai separato, le montagne che lo hanno consacrato a mito, gli scalatori del passato di cui è stato erede, e le debolezze dell’uomo: il doping, qui raccontato da una prospettiva che scardina i luoghi comuni sul fenomeno, e la droga. “Se Pantani era un solista, e un solitario,” scrive l’autore nell’introduzione “questo libro è il coro delle tragedie greche, è la banda che accompagna un feretro nei funerali di New Orleans, è cento cantastorie che raccontano le gesta di un guerriero, di un bandito, di un pirata, ed è anche una cartina geografica. Qui non c’è giudizio, non c’è sentenza, non c’è verdetto, non c’è ordine di arrivo né classifica generale. Ognuno ha la sua versione”. libri5Fat-Tire Flyer. Repack and the birth on mountain bikingDi Charlie Kelly, prefazione di Joe Breeze264 pagineVeloPress, 2014Tutto è cominciato quando un gruppetto di hippy, fanatici di biciclette, hanno cominciato a lanciarsi a capofitto dai sentieri del monte Tamalpais, nella contea di Marin in California. Mano a mano che quelle sfide tra amici, corse lungo il ripido tracciato che chiamavano Repack, si sono intensificate, anche le loro biciclette hanno cominciato ad evolvere. Le vecchie cruiser Schwinn recuperate dalle cantine, dovevano adeguarsi alla passione che ossessionava sempre più le menti di quei ragazzi che, tagliando e saldando, diedero forma alla mountain bike moderna, un mezzo elegante e raffinato che sarebbe ben presto diventato la bicicletta più venduta al mondo! “Fat Tire Flyer” racconta la romantica e a tratti incredibile storia del mountain biking e della cultura che l’ha accompagnata, attraverso la voce di chi c’era: Charlie Kelly, cofondatore insieme a Gary Fisher della Mountainbikes Co., organizzatore della Repack e cronista di questo nuovo sport, Joe Breeze, Tom Ritchey e altri del gruppo… Arricchito con descrizioni di prima mano, fotografie originali, schizzi e memorabilia è la storia definitiva di una delle più grandi invenzioni del XX secolo.