Scott ITD ProTec, addio alle croste!

Quando si sceglie di praticare uno sport che prevede di stare in equilibrio su due ruote, spesso a velocità sostenuta, prima o poi l’asfalto o lo sterrato lo si assaggia tutti… Se affinare la tecnica di guida può aiutare a prorogare questo momento, a renderne meno dolorose le conseguenze ci pensa un nuovo tessuto ideato da Scott.

Uno dei 12 prodotti premiati all’Eurobike come migliore innovazione 2014 è un tessuto. Si chiama ITD ProTec ed è stato sviluppato nell’arco di due anni da Scott in sinergia con Schoeller, azienda svizzera leader nella produzione di tessuti tecnici nel campo dell’outdoor.Per capire quale sia l’importanza di questo risultato , niente chiarisce le idee come guardare le immagini del video che pubblichiamo, in cui si vede come nemmeno un minuto di tortura con una fresa sia sufficiente a lacerare il rivoluzionario tessuto.

La tecnologia di cui è figlio si chiama ITD ProTec e si traduce in un connubio di fibre di carbonio e applicazioni di ceramica, che garantisce una grande capacità di resistere alle abrasioni, soprattutto in seguito a impatti ad alta velocità. Nello specifico, la fibra di carbonio assolve il compito di innalzare il carico di rottura e assicurare un effetto antibatterico, mentre la ceramica dà il suo apporto in termini di una superiore robustezza e durevolezza.

Abbiamo ancora negli occhi le immagini delle terribili cadute che hanno caratterizzato sia le classiche del Nord, sia Giro e Tour: magliette e pantaloncini strappati, pelle lacerata e sangue di contorno… Strada o fuoristrada, non fa differenza, se è andata bene ci si ritrova a lavare le ferite e pulirle da terra e brecciolino, senza parlare delle possibili infezioni.

La linea Scott RC ProTec è composta da maglietta e pantaloncini e sarà disponibile al pubblico da gennaio 2015.