Chromag è sbarcata in Italia

L’attracco è stato a Genova, da 4Guimp, sempre alla ricerca di marchi legati a una visione ben precisa della mountain bike. Sfogliare il catalogo Chromag è come aprire la porta del Paradiso del Freeride…

“Cheers from Whistler” è la firma che sta in fondo alle e-mail dei ragazzi di Chromag. E in British Columbia è nata una dozzina di anni fa, per caso, come molte aziende del settore bici, animata da passione e intraprendenza di persone che hanno idee su come migliorare la propria esperienza di biker, magari modificando prodotti esistenti o costruendone di nuovi.Idee che nascono sui sentieri, in salita o in discesa, in situazioni in cui ci si spinge un po’ oltre il proprio limite. E a Whistler ci si spinge spesso oltre il proprio limite. Chi ci è stato sa che quando si torna da Whistler si è biker migliori. È una questione di progressione: non a caso alcuni dei migliori rider del mondo, come Brandon Semenuk, vengono da lì.chromag dropoutsChromag fa accessori e una serie di telai hard-tail (per ora non importati). Attacchi, pieghe, reggisella, manopole, pedali e selle sono i principali prodotti della gamma, completata da collarini sella, corone e una linea di “softgoods” caratterizzata dal tipico logo dell’orso riflesso.Non sono certo i pezzi più leggeri sul mercato, non lo vogliono essere. Piuttosto si vantano di essere quelli che resistono agli abusi di ore e ore di riding intensivo, proprio ciò che si fa nella Whistler Valley e dintorni. Per chi apprezza certi particolari, sappiate che alcuni componenti CNC come attacchi manubrio, collarini e corone, sono ancora realizzati al 100% a Whistler da North Shore Billet.Vale la pena dare un occhiata al sito Chromag, aprire la sezione video e sognare di andare a girare con Ian, Julian e Rebecca… Attenzione che le donne a Whistler girano davvero “big”!Per info:www.4guimp.itinfo@4guimp.it+39 010 8935035