e-bike top: FLYER sbarca in Italia

Con oltre 50mila e-bike prodotte ogni anno, l’azienda svizzera è leader del settore dell’alta gamma delle bici a pedalata assistita in Europa. Ora distribuite anche in Italia, con garanzia decennale

Se dipendesse dal prezzo del caffè, scherza Simon Lehmann CEO di FLYER, l’Italia meriterebbe 10 e lode; ma se si parla di infrastrutture legate alla mobilità ciclabile, facciamo davvero fatica a raggiungere la sufficienza.Nonostante il gap con altri Paesi europei, ma anzi forse proprio per la volontà di esplorare nuovi mercati, FLYER ha però deciso di sbarcare in Italia con le sue e-bike.FkyerE-bike00013Nel 1993 in Svizzera viene ideato il primo prototipo di bici elettrica, la ”Red Buffalo” di BK Teck, ed è proprio a partire da questa intuizione che nel 1995 nasce il marchio FLYER. Da allora l’azienda – che dal 2001 fa capo alla Biketec AG – non ha mai smesso di investire in ricerca e nuove tecnologie, per arrivare oggi, a distanza di vent’anni, a essere la prima e unica al mondo specializzata esclusivamente nella produzione di biciclette a pedalata assistita.L’azienda nel 2009 ha spostato il suo centro di produzione a Huttwil, all’interno di una struttura futuristica ed eco-friendly, dotata di ben 400 mq di pannelli solari e una centrale fotovoltaica per generare energia, una pompa di calore che dal sottosuolo riscalda l’intero edificio e un sistema di raccolta dell’acqua piovana utilizzata per i servizi igienici, il lavaggio delle bici e il giardino. Insomma una struttura a tutti gli effetti autosufficiente dal punto di vista energetico.FLYER propone dieci modelli divisi in tre diverse categorie di e-bike, tutti con garanzia decennale: le Tour, le Urban e le Mountain. Proprio quest’ultima, la serie dedicata agli amanti dell’off-road, è quella che divide maggiormente i bikers nostrani: da una parte ci sono i duri e puri, quelli per cui la e-bike è roba da “pensionati”; poi ci sono quelli (sempre di più) meno integralisti, che si lasciano volentieri assistere dal motore elettrico. Ed effettivamente i dati del mercato confermano che anche in Italia c’è sempre più gente che si sta avvicinando a questo mondo.FkyerE-bike0000526 o 27,5”? La scelta della Flyer Uproc 6, e-bike solida e sofisticata dotata di sospensione anteriore RockShox da 160mm, ammortizzatori con serbatoio, cambio e freni a disco Shimano, è una via di mezzo: davanti monta infatti pneumatici da 27.5’’ mentre dietro da 26”. Ad assistere la pedalata c’è un ottimo motore Bosch Performance Line.Caratteristiche tecniche:Dimensioni del telaio: S42 – M45 – L49Diametro delle ruote: 27.5’’ davanti – 26.0’’ dietroCambio: Shimano XT a 10 velocitàFreni: a disco Shimano XT (idraulico)Motore: centrale Bosch Performance Cruise 36 V / 250 W. fino a 25 km/h – spinta assistitaBatteria: 11.2 Ah / 400 WhColore telaio: nero zaffiro opacoPedalata assistita: fino a 25 km/hCi sono poi in catalogo la Uproc 3, con cambio Shimano SLX o XT, motore Performance Line di Bosch, ruote da 27.5’’ e freni a disco Shimano e le hardtail della serie Goroc, con forcella ammortizzata da 100 o 120 mm di escursione.