Quando l’e-bike mette il Turbo

Non fatevi un’idea sbagliata: la Specialized Turbo NON è una e-bike uguale a quella del vostro vicino di casa!

Il ciclista esigente, diversamente da quello che è l’utente e-bike nell’immaginario collettivo, ha gusti precisi e non accetta compromessi: velocità, prestazioni, il look elegante di una bici di altissima gamma, combinato a un motore potente e affidabile. Al ciclista esigente non va di pedalare piano piano verso il lavoro o andare a zonzo per la città, vuole prendere possesso della strada e dare filo da torcere persino a chi guida una “due con”… Oltre alla potenza, vuole la batteria più evoluta che ci sia ed esige la possibilità di montare parafanghi e portapacchi.

TELAIO TURBO IN LEGA

Il telaio in lega è resistente e preciso, con geometria Performance per le alte velocità. Tubo sterzo conico, batteria integrata nell’obliquo, passaggio cavi interno, mozzo con asse passante e predisposizione per il montaggio di parafanghi e portapacchi. Il telaio è rinforzato nelle zone critiche per poter reggere il peso aggiuntivo della batteria e del motore, anche in velocità. Allo stesso tempo la guida rimane reattiva e la frenata sicura. Le tubazioni sono state progettate in modo specifico, per esempio l’obliquo oversize è molto robusto per poter resistere alle forze che il triangolo anteriore subisce durante la frenata, mentre il piantone e i foderi bassi, grazie anche all’asse passante da 12mm rendono più rigida e resistente la zona intorno al motore e al freno posteriore.

turbo x1

 

BATTERIA LI-ION DEDICATA

Gli ingegneri Specialized hanno selezionato una batteria Li-ion con il migliore indice C, il che significa che è possibile portare la massima potenza al motore in fase di accelerazione. In seguito hanno ottimizzato il sistema di gestione della batteria in relazione al motore specifico, invece di affidarsi a un sistema generico. Infine, le celle sono state posizionate in modo da velocizzarne il raffreddamento.

MOTORE DIRECT DRIVE SUL MOZZO

Questo sistema è molto efficiente in termini di trasferimento di potenza dal motore al movimento della ruota e allo stesso tempo non influisce sull’usura della trasmissione. Inserendo il motore direttamente nel mozzo posteriore si garantisce che tutta la potenza generata si trasforma in moto senza che alcun Watt sia perso nel processo. I sistemi sul movimento centrale, invece, operano sugli ingranaggi e ciò potrebbe significare una perdita di efficienza attraverso la trasmissione, oltre a comprometterne la durata.

INTERFACCIA JOYSTICK

turbo x2

Il display, il joystick, il sensore per la frenata e il comando cambio sono integrati in un’unica interfaccia. L’unità di controllo è azionabile con una sola mano e permette di controllare tutte le funzioni della bici: senza dover staccare la mano dalla manopola, si può infatti azionare il livello di assistenza, impostare il ciclocomputer, controllare la frenata rigenerativa e cambiare. Caratteristiche-Geometria ottimizzata per la sospensione anteriore e per la guida in velocità.

-Forcella RockShox Paragon con corsa di 50 mm e lock-out, robusta e reattiva.

-Pneumatici Specialized Trigger Sport per il migliore grip, sia in curva sia in velocità e su qualsiasi fondo stradale.

-Sella Body Geometry Turbo.

-Motore Direct Drive sul mozzo posteriore, silenzioso e super-efficiente.

-Possibilità di scelta tra pedalata a piena potenza oppure in modalità risparmio energia, per aumentare l’autonomia.-Interfaccia wireless con display illuminato.

-Batteria Li-ion di qualità, con tempi brevissimi di ricarica.-Impianto frenante idraulico con dischi da 180 mm. Per info e scheda tecnica, clicca qui