Freni a disco? No grazie, LOOK preferisce i V-brake

Innovazioni a gogò per la 695 Aerolight m.y. 2014, che si presenta più leggera e aerodinamica, grazie alla struttura in carbonio più sottile, alle ganasce freno integrate e alla scatola del movimento centrale monoblocco. Il look? Inconfondibilmente LOOK

7 ottobre 2013 - 7:10

Tutti puntano sui freni a disco per le biciclette da corsa (Colnago, Specialized, Orbea…)? Look, invece, va in controtendenza e sulla 695 Aerolight monta un inedito freno V-brake, molto simile a quello delle mountain bike tradizionali, anche se il sistema è molto innovativo perché le ganasce sono integrate nella forcella. Questo, oltre a garantire un impatto estetico originale e piacevole, dovrebbe anche favorire l’aerodinamica della bici.

Il telaio è in carbonio ed è siglato 695 Aerolight, ma quest’ultima versione guadagna in leggerezza (90 g rispetto al 695) grazie all’uso di una nuova struttura di carbonio 1,5K, più sottile.

Il telaio 695 Aerolight è inoltre dotato della ormai famosa scatola movimento ZED 2. La particolarità di questo sistema brevettato Look è che la scatola è stampata in un unico pezzo di carbonio (2 pedivelle + asse + stella = FULL MONOBLOC) e, sostiene l’azienda francese, presenta un eccezionale rapporto rigidità / peso mai raggiunto prima.

L’altra particolarità dell’Aerolight, come accennato, sono i freni di tipo V-Brake meccanici. L’anteriore é piazzato al centro degli steli della forcella all’interno di un comparto che presenta una finestra. In questo modo la staffa scompare completamente nella forcella per assicurare la miglior aerodinamica possibile. La guaina e il cavo del freno anteriore seguono poi un percorso inedito, entrando sotto l’attacco manubrio e passando all’interno di questo.

Il freno posteriore è invece situato sotto i foderi orizzontali del carro, in modo da liberare i tubi obliqui ed eliminare le turbolenze create dalla staffa; presenta inoltre un percorso del cavo integrato al 100% attraversando il tubo obliquo e il movimento centrale.

Anche l’attacco manubrio Aerostem è tutto nuovo: è di 20 g più leggero rispetto al C-Stem e soprattutto più aerodinamico rispetto a questo poichè la copertura tradizionale è sostituita da un morsetto.

Come il C-Stem, l’Aerostem è inclinabile in modo da poter regolare l’altezza della curva manubrio. In questo caso però gli intervalli di regolazione sono più ampi e vanno da -13° a +17°.

Il 695 Aerolight è compatibile con tutti gli attuali gruppi, sia meccanici sia elettrici (con batterie esterne o interne).

I prezzi? Dai 5.299 euro della 695 Pack Light montata Shimano Ultegra agli 8.999 della Aerolight Premium con il gruppo Campagnolo Super Record EPS.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Milano Bike City 2019

rh+, dalla testa ai piedi

Con Bosch alla Top Dolomites